Cisti sebacea: le cose da sapere

Guida Guida

Le cisti sebacee sono bolle di liquido che si trovano sotto pelle, più frequentemente nei giovani adulti, nelle persone di mezza età e in chi soffre di acne. Ecco tutto quello che c’è da sapere. 

Le cisti sebacee sono bolle di liquido che si trovano sotto pelle, più frequentemente nei giovani adulti, nelle persone di mezza età e in chi soffre di acne. Ecco tutto quello che c’è da sapere. 

Le cisti sebacee (o epidermoidi) sono delle lesioni cutanee non neoplastiche, cioè delle protuberanze sottocutanee e spesso seborroiche che possono manifestarsi su tutto il corpo, anche se più frequentemente compaiono sul volto, dietro l’orecchio, sulla schiena, sul collo, sulle spalle o sulla pelle intorno ai genitali.

Queste cisti sono perlopiù asintomatiche e non pericolose, ma in alcuni casi possono assumere dimensioni importati oppure infiammarsi al punto tale da rendere necessario l’intervento del medico.

Cisti sebacea: le cause

Questo tipo di cisti si forma a seguito di una particolare occlusione di una ghiandola sebacea o del suo condotto. Ciò può essere causato da un trauma cutaneo nell’area interessata (ad esempio un graffio o una ferita), da un disturbo della pelle, ma anche a seguito di una condizione di particolare stress, in reazione all’utilizzo di alcuni cosmetici o per l’abuso di alcool e tabacco.

È bene tenere presente, però, che anche alcune patologie genetiche favoriscono l’insorgenza delle cisti sebacee. È il caso, ad esempio, della sindrome di Gardner o di quella basocellulare del nevo.

cisti sebacea

Foto: Anaya Studios © 123RF.com

Come riconoscere una cisti sebacea

Queste cisti sono caratterizzate da un particolare rigonfiamento rotondeggiante semi-solido sotto pelle che cresce lentamente e che è perlopiù indolore.

Tuttavia, se assumono dimensioni particolarmente importanti, esse possono risultare fastidiose al tatto, dare senso di pressione e, in caso di infezione, causare anche arrossamenti e dolore.

Per fugare ogni dubbio, evitare complicazioni e avere la certezza che si tratti di una forma sebacea, quindi, in presenza di un rigonfiamento anomalo (anche se indolore) è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per una visita di controllo.

Cisti sebacea: quando e come intervenire

Le cisti sebacee indolori e di piccole dimensioni generalmente vengono trattate con soluzioni topiche, rimedi locali, creme antibiotiche, lozioni cortisoniche, pomate e farmaci da assumere per via orale.

Tuttavia, se esse dovessero creare complicazioni o fastidi, il medico potrà eventualmente suggerirne l’asportazione definitiva tramite intervento chirurgico.

Foto apertura: belchonock © 123RF.com

Salute e benessere
SEGUICI