Come rimediare alla pelle gialla e atonica con rimedi naturali

Guida Guida

La pelle giallastra e atonica sono sintomo di fegato stagnante. Ecco i consigli per depurare la ghiandola epatica e per avere una pelle luminosa e soda

Cibi pesanti, alcolici, vita sedentaria hanno ripercussioni sulla pelle che specie dopo i mesi invernali mostra la sua “insofferenza” con perdita di tono e colore giallastro. E’ il momento di correre ai ripari. Come?

Per assicurarci una pelle sana e tonica, l’organo a cui dobbiamo prestare attenzione è il fegato


Il fegato è l’organo che elimina le tossine presenti nel sangue e che presiede alla produzione di vitamina D (fondamentale per la formazione del collagene).


Il fegato sintetizza il glutatione, un importante antiossidante che rallenta l’invecchiamento perché ricicla le vitamine C ed E nell’organismo e che regala, inoltre, lucentezza alla pelle.

 

  • Per prima cosa si consiglia di alleggerire la propria dieta  dai grassi per almeno tre settimane: fritti, sale, alcol, tabacco, burro sono alimenti che affaticano il fegato e favoriscono la formazione delle rughe d’espressione e l’ingiallimento e l’atonicità della pelle
  • Per disintossicare la ghiandola epatica si può ricorrere alla natura attraverso il cardo mariano, la curcuma e il ribes rosso.
  • L’estratto di cardo mariano agisce come potente depurativo su bile e fegato eliminando le scorie che invecchiano l’epidermide. I suoi frutti sono ricchi di silimarina, una sostanza che protegge le membrane epatiche e aumenta la capacità del fegato di filtrare le tossine nel sangue.
  • Il cardo mariano è disponibile sotto forma di capsule da assumere al mattino e alla sera (è bene consultare prima il proprio medico)
  • La curcuma contiene curcumina e stimola la produzione di bile e glutatione e la scomposizione dei grassi. Migliora lo strato di idratazione della cute, rimuove le cellule morte e liscia le rughe più  sottili. Si consiglia di usarla come scrub abbinata a latte e farina di ceci. Massaggiando il composto su viso, collo e decollete si eliminano le cellule morte e si favorisce l’ossigenazione dei tessuti. La farina di ceci evita che la curcuma macchi la pelle.
  • Nella medicina cinese le macchie del viso sono un sintomo di fegato stagnante dovuto ad un eccesso di lipofucine, le scorie responsabili della comparsa di macchie. Per scolorire le macchie velocemente e naturalmente, si consiglia di applicare succo puro di ribes rosso (che si ottiene con una centrifuga) direttamente sulla zona dove sono presenti le macchie. Si può lasciare in posa tutta la notte e risciacquare al mattino

Photo credit: © Lev Dolgatsjov - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI