Come tingere i capelli con metodi naturali: l'henné

Guida Guida

Fare la tinta senza usare prodotti chimici: una scelta possibile?

E' possibile tingere i capelli senza usare prodotti chimici, che possono farci male e la cui produzione e dispersione successiva nell'ambiente è poco sostenibile?

Sì e le soluzioni sono numerose!

Oggi parliamo dell'henné, un prodotto naturale che consente ai nostri capelli di essere colorati e belli, ma soprattutto sani, lasciando intatto l'ambiente che ci circonda.

Perché l'henné è considerato naturale?

L'henné è naturale al 100% perché ha un'origine vegetale, deriva dalle foglie di una pianta diffusa in India e Africa, e le sue varianti sono essenzialmente tre: l'henné più chiaro, il nero e il rosso.

I vantaggi dell'henné sono molteplici: oltre a non essere chimico, perciò compatibile con la pelle di moltissimi, e al suo valore ambientale rispetto alle tinte per capelli di origine chimica, l'henné accentua i riflessi naturali dei capelli donando loro un nuovo colore molto naturale. Inoltre ha la capacità di riequilibrare la cute, rendendola meno grassa ed eliminando la forfora.

Come si applica l'henné sui capelli?

La polvere che si acquista nei negozi specializzati e nelle erboristerie va sciolta nell'acqua tiepida e applicata sui capelli per tutta la lunghezza in modo uniforme. Dobbiamo lasciar posare il colore sui capelli e risciacquare con abbondante acqua. Solo quando sarà necessario lavare i capelli bisognerà farlo, ma non immediatamente dopo il trattamento.

Per ottenere un buon risultato occorre valutare attentamente due fattori: in quanta acqua sciogliere l'henné e per quanto tempo lasciarlo in posa.

Per un lieve riflesso rosso, ad esempio, un cucchiaio di henné va sciolto in 2 dl di acqua tiepida e lasciato in posa per 20 o 30 minuti.

Per una vera e propria capigliatura fulva invece basterà 1 dl di acqua e una posa di 2 ore.

La parte più divertente della tintura per capelli all'henné è la fase di sperimentazione, fino a quando si troverà la combinazione perfetta di colore e intensità.

Se si vuole vivere in modo più naturale, non inquinare l'ambiente con un gesto semplice come "farsi i capelli", scegliamo la tintura all'henné, priva di controindicazioni e perfetta per chi ama e rispetta la natura e la propria salute.

Henné in gravidanza

Si sa, in gravidanza è consigliabile evitare la tintura dei capeli con prodotti chimici. Ma l'henné, salvo indicazioni particolari del medico, può essere utilizzato anche in gravidanza per donare una luce diversa ai capelli delle future mamme!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI