Come lavare correttamente i capi a mano

Guida Guida

E' un metodo vecchio come il mondo, utile e veloce. Ma per ottenere capi perfettamente puliti bisogna saperlo fare correttamente.

Quando sull'etichetta di un nuovo acquisto scorgi quel simbolino che decreta il lavaggio a mano ti viene il panico? Scaccialo imparando a lavare correttamente i capi a mano!

E' un metodo perfetto non solo per i capi che lo richiedono, ma anche per quei tessuti delicati che temi possano fare una brutta fine una volta inseriti nella lavatrice.

Per un lavaggio a mano corretto procedi così:

- Seleziona i capi da lavare: ovvero per colore e tipologia di tessuto. Logico che anche nel lavaggio a mano non si devono assolutamente mischiare i colori: alla prima immersione vedrai quanto i capi tendano a "perdere" colorando l'acqua.

- Prepara una bacinella contenente del detersivo specifico per il lavaggio a mano. Seguendo bene le istruzioni riportate sulla confezione del sapone scelto, immergi i capi per un tempo che va da un quarto d'ora a un'ora (più li mantieni in ammollo meglio è)

Che acqua utilizzare, fredda o calda?

Ci sono varie scuole di pensiero ma sembra che la più adatta sia l'acqua fredda: danneggia meno i tessuti, rispetta di più i colori e sembra agisca anche meglio sulle macchie.

- Una volta terminata l'immersione sciacqua i capi delicatamente (non serve strizzarli poichè ora procederemo con un lavaggio in ammorbidente).

Il tocco in più? Un vecchio segreto è quello di aggiungere all'acqua un paio di bicchierini di aceto, che ammorbidisce maggiormente le fibre (senza dare ai vestiti un cattivo odore, anzi!).

- L'ultimo passo? Risciacqua con cura e strizza delicatamente i vestiti prima di stenderli.

Semplice e pratico: successivamente vedremo come utilizzare questo metodo con tessuti specifici, dai bianchi da sbiancare ai delicati che richiedono qualche trattamento specifico.

 

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Bellezza e stile
SEGUICI