Puzza di piedi: il problema sono i piedi?

Guida Guida

Il cattivo odore dei piedi colpisce indistintamente uomini e donne di qualsiasi età, per contrastarlo è fondamentale scegliere scarpe conciate al vegetale con tannino.

Il cattivo odore dei piedi colpisce indistintamente uomini e donne di qualsiasi età, per contrastarlo è fondamentale scegliere scarpe conciate al vegetale con tannino.

A chi non è mai capitato di sentirsi in imbarazzo all’atto di doversi togliere le scarpe per la paura del cattivo odore dei piedi? Che ci si trovi in palestra, dal medico o, semplicemente, prima di un momento di intimità togliere le scarpe può diventare per qualcuno motivo di grande imbarazzo.

Ma come mai i piedi puzzano? La puzza dei piedi, secondo l’opinione più diffusa, dipende da una scarsa igiene personale. Questo non è assolutamente vero, infatti, recenti ricerche scientifiche hanno dimostrato che nonostante la più corretta igiene personale e l’uso di prodotti deodoranti per piedi o calzature, la puzza di piedi non si risolve.

Come emerso in uno studio dell’Università degli Studi di Milano il cattivo odore dei piedi deriva, invece, dalla proliferazione dei batteri. Batteri che comunemente popolano la nostra pelle e che non sono per nulla pericolosi per la nostra salute, ma sono responsabili dell’insorgere del cattivo odore.

Questi batteri proliferano sul piede a causa della sudorazione, favorita sempre più dai materiali sintetici con cui sono realizzate la maggior parte delle calzature, e finiscono per intaccare la superficie interna della scarpa. Il problema della puzza, infatti, non dipende dai piedi, ma dalle scarpe!

Il sudore viene rilasciato in situazione di stress all’interno della scarpa, un ambiente chiuso, dove si accumula. Il sudore è ricco di proteine che vengono degradate dai batteri in acidi grassi volatili a corta catena, sostanze responsabili della formazione di odori caratteristici forti e pungenti.

Microbiota del piede: un equilibrio precario

L’ecosistema batterico che popola la pelle dei piedi e, più in generale di tutto il nostro corpo, viene chiamato in gergo scientifico “microbiota”. In questo ecosistema si trovano batteri molto comuni, come lo Staphylococcus aureus.

Il mantenimento di un equilibrio batterico (ovvero un equilibrio fra batteri buoni e cattivi) è alla base del microbiota del piede e contrasta l’insorgere della puzza di piedi. Quando i batteri proliferano e si moltiplicano, nutriti dal sudore, intaccano la scarpa e anche la più accurata igiene non serve a nulla.

Appena lavato, infatti, il piede inserito in una scarpa colonizzata dai batteri responsabili del cattivo odore tornerà subito a puzzare.

La maggior parte dei deodoranti in commercio, pubblicizzati come soluzione definitiva al cattivo odore dei piedi, non solo non risolvono il problema, ma in molti casi possono generarne di nuovi.

Agendo come blocco alla traspirazione possono, inoltre, provocare forti eritemi e irritazioni sui piedi, soprattutto in soggetti particolarmente sensibili.

Infine, come tutti i deodoranti, tendono a coprire momentaneamente l’odore con una profumazione ma l’effetto svanisce in brevissimo tempo e la loro composizione chimica può anzi peggiorare l’ecosistema batterico della scarpa.

Dal momento in cui la scarpa è colonizzata dai batteri il problema del cattivo odore dei piedi torna ciclicamente a riproporsi.

Scarpe in pelle conciata al vegetale: una soluzione naturale contro la puzza dei piedi

Risulta evidente, quindi, che l’unico modo per prevenire la puzza di piedi, o meglio la puzza delle scarpe, è scegliere calzature che per la loro stessa composizione riducono al minimo la proliferazione batterica.

Le scarpe fatte con pelle e cuoio conciati al vegetale contrastano naturalmente ed efficacemente la proliferazione dei batteri, come spiegato sul portale Tannins.org, e quindi prevengono l’insorgere della puzza dei piedi.

La pelle conciata al vegetale contiene, infatti, grandi quantità di tannino, utilizzato come unico agente conciante, un estratto completamente naturale che favorisce l’assorbimento del sudore e contrasta la formazione di ambienti favorevoli alla proliferazione batterica.

Il tannino è da sempre un prezioso alleato del mondo vegetale con il compito di proteggere il legno di tronchi e dei fusti, ma anche bacche, foglie e frutti da batteri che potrebbero provocarne la morte.

Durante il processo di concia al vegetale le molecole di tannino si legano chimicamente alle fibre della pelle e del cuoio modificandone la struttura. La pelle e il cuoio conciati al vegetale diventano materiali traspiranti una proprietà che si rivela fondamentale nel contrasto al cattivo odore.

Nelle scarpe realizzate in pelle conciata al vegetale, infatti, il sudore viene assorbito dalla scarpa: questo evita che il piede sudato diventi terreno fertile per i batteri. Il risultato? Piedi asciutti e sani anche dopo molte ore di utilizzo e scarpe prive di cattivi odori.

Bellezza e stile
SEGUICI