Cantinetta per il vino: modelli e caratteristiche principali

Ecco le cose da sapere su questo elettrodomestico, che tutti i wine lover dovrebbero avere in casa per poter conservare le bottiglie alla giusta temperatura.

Ecco le cose da sapere su questo elettrodomestico, che tutti i wine lover dovrebbero avere in casa per poter conservare le bottiglie alla giusta temperatura.
Ti potrebbero interessare

Una vera cantina, con il microclima ideale, dove scendere e selezionare la bottiglia giusta da stappare: non solo il sogno di ogni sommelier, ma in generale di tutti gli amanti del vino. Purtroppo, sono davvero pochissimi coloro che possono permettersela. Esiste però un’alternativa, seppur in miniatura, ed è la cantinetta per il vino. Ecco le caratteristiche dei modelli principali.

Cos'è la cantinetta per il vino 

Nata per i ristoranti privi di una cantina vera e propria, la cantinetta per il vino è un tipo particolare di frigorifero il cui compito è di garantire una corretta conservazione delle bottiglie, attraverso la giusta temperatura (da 8 °C a 20 °C) e posizione (ha scaffalatura orizzontale).

Le tipologie di cantinetta per il vino: i modelli temperati e quelli climatizzati 

Esistono due tipologie di vetrinetta frigo. La cantinetta temperata permette di mantenere il vino alla temperatura di servizio, che ne esalta le proprietà organolettiche: all’incirca, 16°C per i rossi, 11°C per i bianchi, 8°C per gli spumanti. Se la temperatura esterna è elevata, è facile che salga anche quella interna: questo non accade nelle cantinette climatizzate che, dotate di un compressore che ne regola la temperatura interna, sono ideali per la conservazione del vino negli anni. Soprattutto se la bottiglia è di pregio.

Cantinetta per il vino a doppia temperatura: è utile? 

Sia le cantinette frigo climatizzate che quelle temperate possono avere più scaffali regolabili separatamente. Avere una cantina vino a doppia temperatura (se non tripla) è utile, perché i requisiti per conservazione e degustazione ottimale variano a seconda del tipo di vino. In questo modo i rossi strutturati potranno stare su uno scaffale, i bianchi su un altro e gli spumanti su un terzo, a temperature diverse.

Foto: Vinotecarium/ pixabay.com

Come posizionare la cantinetta per il vino? 

Cantinetta per il vino a incasso

La cantinetta vino a incasso è integrata all’interno della cucina, come qualsiasi altro elettrodomestico di questo tipo. Di solito di piccole dimensioni, è ideale per conservare i vini consumati con maggior frequenza.

>>LEGGI ANCHE:"Come trasformare una cantina in una taverna."

Cantinetta per il vino a libera installazione

Di solito di dimensioni maggiori, la cantinetta freestanding è invece indipendente. Entrambe le tipologie di cantinetta sono disponibili sia in versione climatizzate che temperata: la prima consuma di più (a causa del compressore), ma acquistando una cantinetta vino classe A è comunque possibile abbattere notevolmente il dispendio annuale di energia elettrica.

Foto apertura: EvgeniiVershinin-123RF

Casa e fai da te
SEGUICI