Arredamento
Arredamento

Colori pareti di casa: come sceglierli, stanza per stanza

I consigli per far sembrare più ampio uno spazio piccolo e maggiormente accogliente uno troppo grande. Le tinte di moda nel 2022 e le tonalità più adatte a seconda degli ambienti.

I consigli per far sembrare più ampio uno spazio piccolo e maggiormente accogliente uno troppo grande. Le tinte di moda nel 2022 e le tonalità più adatte a seconda degli ambienti.

Dipingere le pareti di casa è una cosa seria, molto seria. Perché tra quelle mura dobbiamo vivere, mangiare, dormire, ridere, amare. E non basta optare per i nostri colori preferiti, per avere l’abitazione “giusta”. Il colore delle pareti di casa spesso viene scelto in base alle proprie preferenze, ma non è abbastanza: occorre pensare anche alle dimensioni delle stanze, ai mobili e agli altri elementi d’arredo, senza dimenticare la luminosità. Ecco alcune idee per per pitturare casa.

Colori per le pareti di un ambiente piccolo

Oggi è molto più probabile abitare in una casa di piccole dimensioni che in un grande immobile, soprattutto in città. Per spazi ridotti è meglio utilizzare colori tenui, in quanto non appesantiscono l’ambiente e lo fanno sembrare al contrario più grande. Si possono poi utilizzare alcuni accorgimenti: se abbiamo una stanza stretta e lunga, dipingere la parete di fondo con un colore scuro e quelle laterali con una tinta chiara aiuterà a d allargare visivamente lo spazio. Al contrario, per rendere una stanza più profonda bisogna dipingere le pareti laterali con tonalità più scure rispetto a quella di fondo. Anche le strisce orizzontali faranno sembrare lo spazio più largo. Un problema può essere il soffitto basso: per farlo percepire come più alto, basta dipingerlo di una tonalità più chiara rispetto alle pareti.

coppia dipinge pareti casa

didesign01@123rf.com

Colori per rendere più accogliente un ambiente grande 

Le stanze ampie “reggono” meglio i colori forti. E ci si può sbizzarrire: lasciare le pareti chiare optando per un colore scuro per il pavimento aiuta a rendere più intimo un ambiente grande, che potrebbe risultare dispersivo. Dipingere il soffitto di un colore più scuro rispetto alle pareti lo farà sembrare più basso, rendendo così l’ambiente più accogliente. Occhio però a non esagerare con pareti colorate in toni scuri, nero compreso ovviamente: l’effetto-grotta è dietro l’angolo.

Quali sono i colori che danno più luce? 

I colori per interni che danno più luce sono quelli neutri e caldi. I primi sono i grigi, i bianchi, i beige: adatti agli ambienti con meno illuminazione, regalano un senso di freschezza e serenità. Le tonalità calde, ovvero gialli, arancioni e rossi, creano accoglienza e convivialità. Anche loro sono ideali per stanze poco soleggiate, esposte in particolare a nord. Al contrario, i colori freddi sono perfetti per stanze già luminose, esposte a sud.

Quali colori vanno di moda? 

Dall’elegante blue nay, protagonista dell’interior design 2021, al verde oliva: è questo il colore per pareti interne da “tenere d’occhio” nel 2022. Che, in generale, è un anno da colori intensi. Ancora blu, ma anche rosso scarlatto e le varie sfumature del viola. Senza dimenticare il giallo ocra, magari in contrasto con un tono scuro e freddo. Scegliere il colore delle pareti in base alla moda del momento è una scelta che si sta sempre, anche perché ritoccare le pareti tinteggiate non è certo una mission impossible.

Come scegliere e abbinare i colori? 

Gli accostamenti di colori sono importanti quando ci vestiamo, perché non dovrebbero esserlo in casa? Nell’interior design, è sempre bene tenere a mente la “regola aurea” del 60-30-10. Funziona così: ci deve essere un colore predominante per le pareti, che rappresenterà il 60% della tinta dell’ambiente. Una tinta secondaria per arredi e serramenti coprirà il 30%, mentre un terzo colore per dettagli come lampade, tende e cuscini rappresenterà il restante 10%.

Colori pareti camera da letto 

I colori tenui e pastello, che si sposano bene con il parquet, conciliano il sonno, dunque sono perfetti per la camera da letto. Consigliatissimo il viola, declinato nei suoi toni più chiari (come glicine e lillà), ideale per luoghi del riposo o della concentrazione. Dunque anche per uno studio. Ok anche il rosa antico, emblema del romanticismo. Da evitare invece il rosso, trattandosi di un colore vivace che trasmette forza ed energia. Si può usare, magari, per spazi di transito, come corridoio e ingresso.

Colori pareti soggiorno 

Per quanto riguarda la zona living, il giallo (dunque anche l’ocra) è molto azzeccato. Si tratta di un colore luminoso, che stimola infatti la socializzazione. E, perché no, anche il grigio: considerato da molti piatto e scontato, in realtà è un colore versatile, che dona raffinatezza e permette magari di sbizzarrirsi con gli elementi d’arredo.

Colori pareti cucina 

Abbiamo citato il verde ed eccolo, perfetto per la cucina. Trasmette equilibrio e tranquillità: non è forse vero che in tanti si rilassano ai fornelli? Per questo ambiente della casa (meglio se abitabile) va poi bene l’energizzante arancione, il colore della felicità dello stare insieme.

Colori pareti bagno 

Luce e sensazione di pulizia. Il bianco è (a dispetto della tinta) un evergreen, che tra l’altro aiuta a rendere almeno visivamente più spazioso un ambiente che può risultare spesso angusto. Chi vuole osare, può invece optare per le varie tonalità di blu, colori rilassanti e in grado di regalare tranquillità. Buona pittura!

Foto: alfexe@123rf.com