Condizionatori senza unità esterna: pregi e difetti

Permettono di rinfrescare la casa senza modificarne la facciata, ma al tempo stesso sono molto rumorosi. I pro e i contro di questa soluzione.

Permettono di rinfrescare la casa senza modificarne la facciata, ma al tempo stesso sono molto rumorosi. I pro e i contro di questa soluzione.

Un condizionatore, di solito, è formato da una unità interna (il cosiddetto split) e da una macchina esterna, ovvero il motore. Non sempre è possibile l’installazione di quest’ultima: in alcuni casi risulta difficoltosa a causa della morfologia dell’edificio, in altri è addirittura vietata, come nei palazzi storici o legati a regole urbanistiche ben precise. C’è poi chi preferisce farne a meno per non intaccare l’estetica della propria abitazione e, per questo, opta per un condizionatore senza unità esterna. Ecco pregi e difetti di questa soluzione.

Condizionatori senza unità esterna: pregi

Facili da montare, questi condizionatori possono essere un buon compromesso tra l'esigenza di non impattare sull'estetica della casa e quella di avere un ambiente rinfrescato.

Invisibili da fuori

Nei condizionatori di questo tipo il motore è integrato nello split all'interno dell'abitazione: la condensa arriva all’esterno grazie a delle bocchette inserite nel muro, praticamente invisibili dall'esterno. I condizionatori senza unità esterna sono la soluzione ideale per chi vuole rinfrescare la casa senza modificarne la facciata.

Prezzo accessibile

Il condizionatore senza unità esterna non solo ha un prezzo generalmente accessibile, ma permette di risparmiare nel tempo: la manutenzione è infatti semplice e ogni problema può essere risolto con interventi poco costosi.

Pochi lavori per l’installazione

Al tempo stesso, il condizionatore senza unità esterna non implica grandi opere di installazione. Non occorre infatti piazzare barre di sostegno sulle pareti esterne e nemmeno fare grandi lavori sul balcone.

Foto: @Daikin

Condizionatori senza unità esterna: difetti

Acustica, spazio e potenza. Ecco i motivi per cui i condizionatori senza unità esterna potrebbero farvi storcere il naso.

Troppo rumore

L’assenza del motore evita ai vicini il fastidio del rumore, che però è presente all’interno dell’abitazione che ospita il condizionatore. Anzi, non solo presente ma anche superiore a quello dei tradizionali split, perché le macchine inglobano anche il compressore.

Meno potenza

Parlando di efficienza energetica le prestazioni si equivalgono, ma l'assenza del motore esterno comporta una forza di emissione minore: non l’ideale per case di grandi dimensioni.

Occupa volume

Il condizionatore senza unità esterna, che racchiude tutte le componenti dell’impianto (compreso il motore), può avere dimensioni importanti, con i conseguenti problemi di posizionamento.

Foto apertura: lightfieldstudios@123rf.com

Casa e fai da te
SEGUICI