Case off grid, case a impatto zero: ecco cosa sono

Le cose da sapere sulle abitazioni autosufficienti dal punto di vista energetico, completamente autosostenibili e capaci di far rispamiare i soldi delle bollette.

Immaginate di abitare in una casa completamente autosufficiente dal punto di vista energetico, senza allacciamento alla fornitura di luce e gas. In grado di non inquinare, dunque ecosostenibile, ma anche di far risparmiare i soldi delle bollette. Ebbene, questa genere di casa a impatto zero esiste. Ecco le cose da sapere sulle cosiddette abitazioni off grid.


Cosa significa off grid? 

Off grid’ significa letteralmente fuori dalla rete: si tratta quindi di un sistema staccato dalla rete di energia elettrica, gas e acqua che unisce normalmente le abitazioni.

Chi sceglie di adottare il sistema off grid decide dunque di stare fuori dalla rete pubblica per non inquinare, optando per uno stile di vita più naturale e consapevole.

Cosa sono le case off grid? 

Queste case autonome utilizzano esclusivamente energia autoprodotta con fonti rinnovabili, su tutte la luce solare. Sfruttano però anche energia geotermica ed eolica, nonché quella ottenuta da biomasse. In un edificio off grid i problemi derivanti dall’interruzione dell’alimentazione vengono superati grazie alla possibilità di trasformare in idrogeno l’energia in eccesso: in assenza di sole o vento, l’idrogeno stoccato viene quindi usato per alimentare l’abitazione. In queste case, anche l’acqua piovana viene riciclata, mentre un sistema di compostaggio dei rifiuti fornisce il fertilizzante per serra e giardino.

 Quanto si risparmia con le case off grid? 

L’impianto fotovoltaico off grid è fondamentale e, in effetti, è tra tutti il sistema che permette di risparmiare più soldi. Difficile quantificare, perché dipende anche dalle dimensioni dell’abitazione (che di solito è una micro casa), ma di sicuro l’impianto fotovoltaico si ‘autoripaga’ (anche senza incentivi) e permette di risparmiare nel tempo. Inoltre, essendo staccato dalla rete pubblica è al riparo dai continui balzelli normativi e dai rincari imposti dai gestori.

>>Leggi anche: "I 5 principi da seguire per un arredamento ecosostenibile"

Case off grid in Italia: chi le realizza? 

Se all’estero questo genere di abitazione è una realtà, in Italia è ancora difficile vivere off grid al 100%. Questo a causa dei regolamenti che vincolano il concetto di abitabilità alla dipendenza dalla rete. Gli esperimenti si stanno però moltiplicando grazie ad aziende come la Fabbrica del Sole di Arezzo, a cui si deve l’Off Grid Box, un piccolo container capace di rendere un’abitazione autonoma da qualunque utenza.


Le case off grid saranno le case del futuro? 

In un mondo in cui il tema della sostenibilità ambientale è più sentito che in passato, le case off grid potrebbero diventare le abitazioni del futuro. Almeno fuori dai grandi centri abitati, dove certe soluzioni sono oggettivamente impraticabili. Nel frattempo, sono sempre di più gli ecoturisti che scelgono di soggiornare in questo tipo di edificio, realizzato con materiali naturali e capace di non inquinare: è già un ottimo inizio.

Foto apertura: JimPruitt-123rf.com

Casa e fai da te
SEGUICI