Come funziona la vendita con incanto di un immobile

Guida Guida

Come funziona la vendita di immobili con incanto: scopri come funziona la procedura con incanto durante l'acquisto di una casa ad un'asta giudiziaria.

Fino a poco tempo fa la vendita con incanto era il sistema più diffuso per aggiudicarsi un immobile messo all’asta, ma dopo una serie di riforme è diventata una procedura secondaria alla vendita senza incanto.

Per partecipare alla vendita con incanto devi presentare una domanda accompagnata dal versamento di una cauzione stabilita dal Giudice e che di in genere non supera il 10% del prezzo base dell’asta: non è necessario, a differenza della vendita senza incanto, formulare una offerta vincolante.

Se poi in seguito decidi di non partecipare all’incanto sappi che perderai una parte della cauzione versata. Occorre presentarsi di persona o nominare con procura notarile un proprio rappresentate, nel giorno e nel luogo designato dove, una volta identificati i partecipanti e controllate le domande, si procede all’asta facendo delle offerte che partono da un importo minimo stabilito dal Giudice.

Cerca di non esagerare facendo rilanci alti, è molto meglio procedere con piccoli rilanci altrimenti anticipi troppo presto il prezzo massimo e fai crescere eccessivamente il costo dell’immobile correndo il rischio di spendere un cifra che non avevi preventivato.

L’asta si conclude quando passano più di tre minuti dall’ultimo rilancio senza che siano pervenute nuove offerte. Per calcolare questo termine di tempo si usano grandi cronometri visibili a tutti, azzerati dopo ogni nuova offerta, oppure si usa il metodo della candela vergine, metodo a dire il vero ormai poco usato, che consiste nell’accensione di tre fiammiferi.

Chi si aggiudica l’asta con incanto deve aspettare altri dieci giorni in cui possono essere presentate altre offerte, a patto però che superino di almeno un quinto il prezzo di aggiudicazione. Per effettuare il rilancio del quinto occorre presentare alla Cancelleria del Tribunale un’offerta scritta accompagnata da una cauzione doppia rispetto alla quella iniziale, pagata per partecipare all’asta.

Viene così indetta una nuova gara altrimenti, se non vengono rilanciate altre offerte nei dieci giorni dopo l’incanto, si procede con il fissare la modalità e il termine di pagamento che di solito è fissato in 60 giorni. Una volta pagato il prezzo integrale il Giudice dispone il decreto di trasferimento dell’immobile al nuovo proprietario. Un sopporto da un studio legale specializzato in questo settore è sicuramente consigliato.
 

Attenti al mutuo

Se l’esecuzione dell’asta vien promossa da una banca per il mancato pagamento di un mutuo, il nuovo proprietario deve subentrare al posto del precedente nel ruolo di mutuario, pagando l’importo delle sole rate scadute e delle spese.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI