Come coltivare il narciso

Guida Guida

Qualche consiglio per la coltivazione del narciso.

Nel mondo esistono sono numerose specie di narciso: dagli esemplari con la corona allungata a quelli con la corona piccola, passando per quella media. Indipendentemente dalla specie, però, è innegabile che qualsiasi tipo di narciso è pefetto per decorare il vostro giardino.

Vediamo allora come coltivare il narciso.

I bulbi di questi fiori, vanno piantati a settembre o ottobre se il clima lo consente, e posso essere coltivati in esterno nella terra  o in vaso. Quando si interrano (a circa 10 centimetri, ma dipende dalle dimensioni), serve una buona dose di concime organico. Piantandoli in un giardino roccioso, è ben metterli davanti a piante più grandi, così da avere sufficiente luminosità.


Il narciso sopporta il pieno sole, anche se l'ideale è una zona a mezz'ombra
 

A livello di temperatura, tutte le specie sono fondamentalmente resistenti, anche se alcune soffrono un pò il freddo, per questo è meglio conservarle al riparo e ripiantarle in primavera.

L'annaffiatura deve essere abbondante, soprattutto in casi di siccità e forte caldo.

Nel momento in cui i bulbi hanno riempito totalmente il vaso, bisogna estirparli, cambiare terriccio e ripiantarli.

I funghi possono essere pericolosi per questi fiori e possono causare dei marciumi e della muffa. Se le foglie si ingialliscono, si tratta di una malattia virale, in questo caso è necessario eliminare la pianta colpita.

Occhio anche ai parassiti, per sconfiggerli usate gli appositi insetticidi, meglio comunque prevenirli utilizzando terriccio sano.
 

Non comprare piante molli al tatto: probabilmente presentano marciumi.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI