Come coltivare il narciso

Guida Guida

Qualche consiglio per la coltivazione del narciso.

Qualche consiglio per la coltivazione del narciso.
Ti potrebbero interessare

Nel mondo esistono sono numerose specie di narciso: dagli esemplari con la corona allungata a quelli con la corona piccola, passando per quella media. Indipendentemente dalla specie, però, è innegabile che qualsiasi tipo di narciso è pefetto per decorare il vostro giardino.

Vediamo allora come coltivare il narciso.

I bulbi di questi fiori, vanno piantati a settembre o ottobre se il clima lo consente, e posso essere coltivati in esterno nella terra  o in vaso. Quando si interrano (a circa 10 centimetri, ma dipende dalle dimensioni), serve una buona dose di concime organico. Piantandoli in un giardino roccioso, è ben metterli davanti a piante più grandi, così da avere sufficiente luminosità.


Il narciso sopporta il pieno sole, anche se l'ideale è una zona a mezz'ombra
 

A livello di temperatura, tutte le specie sono fondamentalmente resistenti, anche se alcune soffrono un pò il freddo, per questo è meglio conservarle al riparo e ripiantarle in primavera.

L'annaffiatura deve essere abbondante, soprattutto in casi di siccità e forte caldo.

Nel momento in cui i bulbi hanno riempito totalmente il vaso, bisogna estirparli, cambiare terriccio e ripiantarli.

I funghi possono essere pericolosi per questi fiori e possono causare dei marciumi e della muffa. Se le foglie si ingialliscono, si tratta di una malattia virale, in questo caso è necessario eliminare la pianta colpita.

Occhio anche ai parassiti, per sconfiggerli usate gli appositi insetticidi, meglio comunque prevenirli utilizzando terriccio sano.
 

Non comprare piante molli al tatto: probabilmente presentano marciumi.
 

Casa e fai da te
SEGUICI