Come coltivare lo scalogno

Guida Guida

Usatissimo a tavola e molto semplice da coltivare: lo scalogno non può mancare in una cucina che si rispetti! Ecco come coltivarlo  

Usatissimo a tavola e molto semplice da coltivare: lo scalogno non può mancare in una cucina che si rispetti! Ecco come coltivarlo  

Per un orto come si deve, una bella pianta di scalogno è fondamentale: molto usato in cucina per i soffritti e non solo, questo ortaggio ha una coltivazione semplice ma può dare grandi soddisfazioni. In questa guida vediamo come coltivare lo scalogno seguendo alcuni accorgimenti immediati.

Prima di tutto, procuratevi i bulbi - li trovate un po' ovunque in commercio - poi disponeteli sul vostro terreno facendo delle file, posizionandoli a circa 20 centimetri di distanza l'uno dall'altro.

Il terreno deve essere umido e ricco di concimi minerali, inoltre, è importante che sia a mezz'ombra e non con i raggi del sole diretti su di esso.

E' decisamente utile porre della paglia tra una pianta e l'altra, in modo che lo sviluppo di erbacce sia evitato o comunque minimo: queste, infatti, possono compromettere la crescita sana dello scalogno.

Nei mesi più caldi, bagna il terreno con regolarità ma non troppo frequentemente, e soprattutto, evita i ristagni, molto pericolosi.

In estate (al massimo a luglio, ma dipende dalle condizioni climatiche), cominciate a raccogliere la pianta e posizionate i mazzi in un luogo fresco ed ariegggiato: potrete ora consumarla come meglio preferite!

Buon appetito!
 

© majaan - Fotolia.com
 

Averlo sempre

Cercate di avere sempre un po' di scalogno in casa, può essere utile in qualsiasi momento!
 

Casa e fai da te
SEGUICI