Come organizzare i cassetti della cucina

Prima di tutto, vietato mettere insieme posate, contenitori e canovacci. Poi, ogni spazio ha le sue regole. Ecco come avere tutto sotto controllo in questo ambiente della casa.

Prima di tutto, vietato mettere insieme posate, contenitori e canovacci. Poi, ogni spazio ha le sue regole. Ecco come avere tutto sotto controllo in questo ambiente della casa.

Dopo i consigli su come ordinare i cassetti in camera da letto, mutuati solo in parte da quelli della ormai famosissima Marie Kondo, è giunta l’ora di occuparci di altri cassetti, ovvero quelli che si trovano in cucina.

Dato che si tratta di uno degli ambienti della casa dove passiamo più tempo, tenere organizzati i cassetti è fondamentale.  Non si tratta di un'impredsa da poco, perché i cassetti della cucina possono contenere qualsiasi cosa, dagli utensili alle tovaglie, dalle pentole ai piccoli oggetti elettronici per cucinare. 


Ordine in cucina: a 'ognuno' il suo cassetto

Innanzitutto il consiglio più ovvio, che può sembrare scontato ma forse non lo è per tutti: a ogni cassetto deve essere riservata una destinazione d’uso. Le posate solo con le posate, poi a scendere un cassetto per gli strofinacci (ma anche tovaglie, tovaglioli e grembiuli), uno per pentole e contenitori (se c’è spazio e non si possono sistemare altrove), infine l’ultimo riservato al cibo (sempre se non si può tenere da un’altra parte).


Cassetto delle posate: pulizia e divisorio

Spesso nel cassetto delle posate finisce un po’ di tutto. Qualche esempio? Pelapatate, apribottiglie, ma anche tappi, elastici e laccetti di plastica. Per questo il cassetto può diventare un vero e proprio caos: svuotatelo tutto e pulitelo con cura. Liberatevi degli oggetti poco utilizzati o inutili, come mestoli di legno consumati o anneriti. A questo punto, sistemate al suo interno un divisorio per le posate su misura. E riempitelo con criterio.

Foto: pixelfritter@123RF.COM

Mettere in ordine tovaglioli e affini: grazie Marie Kondo

Canovacci e grembiuli, tovaglie e tovaglioli, persino presine e runner da tavola. Non è facile evitare confusione con tutti questi oggetti, simili ma diversi. In questo caso Marie Kondo viene davvero in soccorso: per avere più ordine, occorre piegare tutti questi elementi di stoffa arrotolandoli. Rimarranno così ben visibili e stirati.

Il cassetto dell pentole e dei contenitori: per forma e dimensione

Anche se sarebbe preferibile sistemare le pentole e i contenitori in cassetti distinti, per guadagnare spazio e ordine è opportuno organizzarli per forma e dimensione. Non solo: davanti, dunque più raggiungibili, gli oggetti più utilizzati. Dietro, quelli che usiamo meno. Per quanto riguarda infine il cibo, consigliamo di sistemarlo in alto e non in uno dei cassetti della cucina. Se ciò non fosse possibile, evitare sempre di conservare il pane nel cassetto: le briciole sono l’antitesi dell’ordine e della pulizia in cucina.  

Foto apertura: ka2shka@123RF.COM

Casa e fai da te
SEGUICI