Idropulitrice: quale scegliere? I modelli migliori

Grazie al getto d’acqua ad alta pressione riesce a rimuovere sporco e incrostazione. Ecco alcuniconsigli prima di procedere all’acquisto.

Grazie al getto d’acqua ad alta pressione riesce a rimuovere sporco e incrostazione. Ecco alcuniconsigli prima di procedere all’acquisto.
Ti potrebbero interessare

Vi è mai capitato di dover sgorgare il tubo di discesa della grondaia, bloccato magari da un accumulo di detriti e foglie, e di esserci riusciti con grande fatica? Ecco, magari ve la sareste risparmiata utilizzando una idropulitrice. Ecco come funziona questa macchina e le cose da sapere per scegliere il modello più adatto alle vostre esigenze.

Cos'è e a cosa serve l'idropulitrice 

L’idropulitrice è una macchina che, grazie a un getto d’acqua ad alta pressione, viene utilizzata per rimuovere sporco e incrostazioni. Non solo i detriti nel tubo della grondaia, insomma: può essere usata per pulire l’automobile oppure un muro, della casa o del giardino, qualsiasi superficie solida per intenderci. Strumenti molto diffusi a livello professionale, le idropulitrici stanno prendendo sempre più piede anche per l'uso privato.

I vantaggi dell'idropulitrice per la pulizia degli esterni

Con l’idropulitrice è davvero facile rimuovere sporco e incrostazioni dalle superfici. Oltre al risparmio di tempo, c’è da tenere in considerazione il fatto che con l’idropulitrice l’igienizzazione risulterà molto più profonda.

Come scegliere l'idropulitrice

Dalla temperatura dell'acqua al tipo di motore, ecco come scegliere al meglio la vostra futura idropulitrice.

Idropulitrice a caldo o a freddo? 

Dipende dalla superficie da trattare. E dallo sporco: per quello più ‘ostico’, meglio una idropulitrice ad acqua calda, che raggiungendo temperature da 80 °C fino a 150 °C sfrutta anche le proprietà disinfettanti del vapore. Altrimenti, si può optare per un’idropulitrice ad acqua fredda. Che, riempita con acqua di rubinetto, può funzionare fino ad una temperatura massima di 60 °C.

Idropulitrice con motore elettrico o a scoppio? 

Le macchine idropulitrici possono essere elettriche oppure dotate di motore endotermico. Le prime sono meno rumorose, devono essere collegate a una fonte d’alimentazione e sono indicate per un uso domestico. Le seconde, ovvero quelle a scoppio, sono più ingombranti, potenti e utilizzate perlopiù in ambito professionale.

Il peso dell'idropulitrice 

Il peso di questa macchina varia a seconda della tipologia. Come detto, le idropulitrici a scoppio sono più grandi e possono pesare anche più di 30 kg. Più leggere quelle elettriche, come dimostra il catalogo Karcher, uno dei brand principali del settore: il modello K7 (il più grande e costoso) ha un peso di 18 kg, mentre l’idropulitrice K2 (la più piccola ed economica) si ferma a 4,6 kg.

Migliori modelli di idropulitrice 

Karcher K5 

Foto: @Karcher 

Grazie alla lancia Multi Jet 3 in 1, l’idropulitrice K5 di Karcher passa facilmente dalla modalità ad alta pressione a quella detergente. Ideale per un uso frequente, è dotata di un tubo ad alta pressione (max 45 bar) lungo 8 m. Prezzo: 339 euro.

Black+Decker BXPW2100E

Foto: @Black+Decker

BXPW2100E è un'idropulitrice ad alta pressione (max 145 bar) di Black+Decker, ideale per la rimuovere lo sporco più ostinato e resistente presente su superfici domestiche esterne, pavimenti, scale, piscine, utensili da giardino, moto e auto. Prezzo: 250 euro.

Michelin MPX25EH

Foto: @Michelin

Idropulitrice ad acqua fredda (temperatura max 50°c), Michelin MPX25EHè dotata di pistola, lancia e tubo ad alta pressione (8 m), testina a getto rotante, testina a getto regolabile e kit schiumogeno. Prezzo: 170 euro.

Foto apertura: @Karcher

Casa e fai da te
SEGUICI