Come sostituire una lampadina bruciata

Guida Guida

Spesso ti sarà successo, accendendo l’interruttore della luce, di notare che dopo una frazione di secondo la lampadina si spegne: significa che la lampadina si è bruciata e va sostituita con una nuova. La sostituzione di una lampadina bruciata è una riparazione davvero molto facile che chiunque è in grado di fare, basta solo un po’ di attenzione e qualche precauzione per evitare di prendere la scossa.  

Spesso ti sarà successo, accendendo l’interruttore della luce, di notare che dopo una frazione di secondo la lampadina si spegne: significa che la lampadina si è bruciata e va sostituita con una nuova. La sostituzione di una lampadina bruciata è una riparazione davvero molto facile che chiunque è in grado di fare, basta solo un po’ di attenzione e qualche precauzione per evitare di prendere la scossa.  

Spesso ti sarà successo, accendendo l’interruttore della luce, di notare che dopo una frazione di secondo la lampadina si spegne: significa che la lampadina si è bruciata e va sostituita con una nuova. La sostituzione di una lampadina bruciata è una riparazione davvero molto facile che chiunque è in grado di fare, basta solo un po’ di attenzione e qualche precauzione per evitare di prendere la scossa.

Puoi verificare se una lampadina che non si accende più è ancora utilizzabile avvitandola semplicemente su un altro portalampade oppure scuotendola con delicatezza: se senti un rumore di pezzi staccati vuol dire che si è proprio rotta e allora la devi sostituire.

Spesso alcune lampadine hanno il bulbo di vetro trasparente pertanto risulta visibile ad occhio nudo se il filamento di tungsteno che si trova all’interno si è spezzato, rendendo inutilizzabile la lampadina stessa.

Ovviamente la nuova lampadina dovrà essere della stessa grandezza e potenza di quella danneggiata altrimenti non riuscirai ad adattare la base della lampadina al supporto.

Prima di togliere la vecchia lampadina accertati che non sia incandescente: se prima di guastarsi era accesa sicuramente sarà ancora molto calda, quindi non toccarla a mani nude ma aiutati con un panno per svitarla, oppure molto più semplicemente aspetta che si raffreddi.

E’ sempre opportuno cambiare una lampadina lavorando a luce spenta per cui assicurati di aver spento l’interruttore della luce.

La lampadina bruciata va rimossa dal supporto svitandola in senso antiorario: prendi quindi la lampadina nuova, inseriscila nel supporto e avvitala girandola in senso orario finché non senti che è ben salda, solo così farà contatto, altrimenti se rimane troppo molle, non si accenderà.

Una volta terminata la sostituzione, accendi la luce e controlla che la nuova lampadina funzioni correttamente. 

Quando acquisti nuove lampadine sappi che la sigla E27 indica lampadine normali, invece la E14 indica le lampadine per lampade da tavolo.

 

Casa e fai da te
SEGUICI