Come installare un chiudiporta

Guida Guida

Se vuoi che le porte della tua casa si chiudano da sole, senza sbattere rumorosamente ogni volta, prova a montare dei chiudiporta sul lato superiore: la riparazione è molto semplice, alla portata di tutti, e per di più poco costosa. Vediamo come installare un chiudiporta in modo corretto.  

Se vuoi che le porte della tua casa si chiudano da sole, senza sbattere rumorosamente ogni volta, prova a montare dei chiudiporta sul lato superiore: la riparazione è molto semplice, alla portata di tutti, e per di più poco costosa. Vediamo come installare un chiudiporta in modo corretto.

Il chiudiporta è costituito da un elemento che va fissato sulla porta, da un altro elemento che va posto sulla parte superiore del telaio e infine da un braccio idraulico che collega le prime due parti.

In commercio trovi vari modelli di chiudiporta, adattabili a porte di legno o metallo, di diverse dimensioni e realizzati in materiali: accertati sempre che il modello scelto sia munito di una sagoma o dima, cioè una guida di foratura, che indica i punti esatti dove inserire le viti. Esistono modelli a vista o a scomparsa e in entrambi i casi sono reversibili inoltre, alcuni modelli prevedono la presenza di due valvole: una per la regolazione di velocità di chiusura e una per regolare il colpo di chiusura vera e propria.

A seconda della destinazione, i chiudiporta hanno caratteristiche differenti.

Per una porta da esterno il chiudiporta sarà trattata per resistere agli agenti atmosferici, alle variazioni climatiche e alle eventuali raffiche di vento.

Per una porta da esterno il chiudiporta sarà trattato per resistere agli agenti atmosferici, alle variazioni climatiche e alle eventuali raffiche di vento.

Inizia con il montare sulla porta il primo elemento, collocandolo in alto, dal lato dei maschietti: posiziona sulla porta la dima di foratura per segnare i punti dove praticherai dei fori per le viti, inserisci e avvita le viti in modo che l’elemento sia ben saldo e diritto.

Passa poi a montare il secondo elemento sul telaio della porta: le viti possono essere avvitate anche con un semplice cacciavite senza dover necessariamente utilizzare un avvitatore elettrico.

Per finire monta il braccio chiudiporta che collega i due elementi appena installati: di solito è possibile assestare la velocità di chiusura della porta e la potenza del meccanismo idraulico, agendo sulla vite di regolazione, e aggiustando con una chiave inglese la molla e la lunghezza del braccio.

 

 

I chiudiporta non richiedono una manutenzione frequente a parte una normale spolverata e una lubrificazione del braccetto ogni tanto.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI