Come rendere idrorepellente un muro

Guida Guida

Per impedire che l’umidità arrivi ad impregnare tutto lo spessore di una parete puoi iniettare nel muro un prodotto idrorepellente oppure inserire dei sifoni antiumidità

Per impedire che l’umidità arrivi ad impregnare tutto lo spessore di una parete puoi iniettare nel muro un prodotto idrorepellente oppure inserire dei sifoni antiumidità.

Entrambe le operazioni sono abbastanza semplici da eseguire e non comportano l’intervento di un professionista: con una modica spesa potrai rendere idrorepellente le mura di casa tua qualora esse siano state intaccate dall’umidità.

Di solito, in fase di costruzione di una casa, a poca distanza dal suolo viene posato uno strato di un prodotto bituminoso o di polietilene per impedire all’umidità del terreno di risalire nei muri, ma se questa barriera è difettosa, o addirittura non è stata posata, l’umidità tenderà a manifestarsi in breve tempo creando danni e sgradevoli effetti come infiltrazioni e macchie di muffa.

Puoi risolvere il problema dell’umidità praticando dei fori nel muro in cui inietterai il liquido idrorepellente grazie a un sistema di manicotti facilmente reperibile in commercio

Con un trapano esegui dei buchi a circa 5 cm dal pavimento e distanti almeno 10 cm l’uno dall’altro: pratica i fori mantenendo un angolazione di 10/15° verso il basso fino a raggiungere una profondità di 4/5 del muro.

Quindi inserisci nei buchi i flessibili su cui poi monterai i manicotti: dovrai disporre ogni manicotto sopra un buco a una distanza di 60 cm, appendendolo al muro con dei chiodi oppure applicandolo su un listello di legno da fissare alla parete.

Riempi ogni manicotto con la resina liquida e quando noterai che il liquido sta calando, versane ancora in modo da riempirlo nuovamente.

Esegui questa operazione per circa un’ora controllando sempre che dai fori non fuoriesca il liquido: se dovesse uscire dai buchi, significa che stai sbagliando qualcosa.

Ripeti questa operazione per una seconda volta, all’incirca 24 ore dopo, quindi attendi un paio di giorni prima di togliere i manicotti e tappare i buchi con la malta.

In alternativa a questo metodo puoi provare il sistema dei sifoni anti-umidità che andrai ad inserire nei fori praticati nel muro nella zona dove è visibile la macchia di umidità: con il trapano pratica dei fori di circa 16 mm di diametro, inclinati di circa 25/30° e distanti 20 cm l’uno dall’altro.

I sifoni sono delle speciali cartucce in grado di creare un sistema di circolazione dell’aria tra l’interno e l’esterno del muro, favorendo in questo modo l’asciugarsi dell’umidità.

Foto © Franz Peter Rudolf - Fotolia.com

Malta e fori

Se decidi di intonacare la parete dopo averla trattata con il metodo dei sifoni, ricordati di non otturare con la malta i fori dove hai inserito i sifoni altrimenti l’operazione risulterà del tutto inutile.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Casa e fai da te
SEGUICI