I 5 rapaci che puoi avvistare in Italia

Classifica Classifica

Dalla poiana al falco pellegrino, ecco alcuni dei rapaci che è possibile avvistare, con un po’ di fortuna, nel nostro Paese. 

Ti potrebbero interessare

Gli uccelli rapaci che vivono nel nostro Paese sono molti,  ma avvistarli mette a dura prova anche i birdwatcher più esperti e preparati.

I rapaci che puoi avvistare in Italia

I rapaci, sia le specie diurne che quelle notturne, sono dotati di potenti artigli, becco ricurvo e una vista molto sviluppata. Tutte caratteristiche che li rendono uccelli predatori infallibili. Scopriamo quali sono alcuni dei rapaci che si possono avvistare, con un po’ di fortuna, in Italia.

5. Poiana

La poiana comune (Buteo buteo) è presente nella maggior parte dell'Europa e dell’Asia, ma anche nelle steppe canadesi e siberiane e nidifica nelle savane sudafricane e nella macchia mediterranea nordafricana.

La poiana è uno dei rapaci più diffusi in tutta l’Europa e in Italia: nel nostro Paese è un rapace sia sedentario-nidificante che migratore-svernante. Ciò significa che da noi non solo ci sono popolazioni di poiana regolarmente presenti e stanziali, ma anche popolazioni migratrici provenienti dal Nord Europa che vengono qui per svernare.

4. Astore

L’astore (Accipiter gentilis) è una specie di rapace diffuso nelle zone temperate di Europa, Asia e Nord America: in Italia si trova sulle Alpi e sugli Appennini. L’Astore dell'Europa settentrionale e orientale spesso viene a svernare in Europa centrale, Italia compresa. Gli habitat preferiti da questo rapace sono i boschi che si estendono in campi e praterie, sia di montagna che di pianura.

3. Falco pellegrino

Il falco pellegrino (Falco peregrinus) è diffuso quasi in tutto il mondo, infatti le sue 21 sottospecie popolano tutti i continenti ad eccezione dei poli.

In Italia predilige gli spazi aperti e i bacini lacustri ma, grazie alla sua estrema adattabilità, è presente anche in alcune città, dove caccia piccioni e nidifica in alte costruzioni come vecchie fabbriche e campanili delle chiese. Il nostro Paese rappresenta anche una zona di transizione tra la sottospecie del falco pellegrino del Mediterraneo settentrionale e quella dell’Europa centrale.

2. Falco pecchiaiolo

Foto: Victor Tyakht - 123.RF

Il falco pecchiaiolo (Pernis apivorus) è una specie protetta di rapace diurno presente in Europa solo durante la stagione estiva. Il falco pecchiaiolo passa l'inverno a sud del Sahara e in primavera raggiunge l’Europa, dove nidifica passando attraverso lo stretto di Gibilterra e lo Stretto di Messina. In Italia questo rapace, la cui popolazione è stimata in 600-1000 coppie nidificanti, è presente sull’arco alpino, nelle zone prealpine e in misura minore sull’Appennino.

1. Aquila reale

L'aquila reale (Aquila chrysaetos) in passato viveva nelle pianure e nelle foreste della parte settentrionale dell'Asia, del nord America, delle zone temperate dell'Europa, del Nordafrica e del Giappone. Oggi invece è presente solo sui rilievi montuosi di queste regioni.

In Italia è possibile avvistarla lungo l'arco alpino, sulla dorsale appenninica e sui rilievi montuosi di Sardegna, Calabria e Sicilia. Questo maestoso rapace è considerato a rischio in Europa nonostante le numerose azioni di protezione compiute a livello internazionale.

Foto apertura: Leo Dick - 123.RF

Animali e cuccioli
SEGUICI