La tartaruga azzannatrice e il suo morso, pericoloso per l’uomo

Guida Guida

Tartaruga carnivora e d’acqua dolce, la tartaruga azzannatrice è un predatore molto pericoloso per il suo potente e veloce morso. 

Tartaruga carnivora e d’acqua dolce, la tartaruga azzannatrice è un predatore molto pericoloso per il suo potente e veloce morso. 
Ti potrebbero interessare

Rettile classificato come pericoloso per l’uomo e per gli habitat, la tartaruga azzannatrice o Chelydra serpentina, è una tartaruga carnivora che vive nelle acque stagnanti e melmose del Nord America.

Chi è la tartaruga azzannatrice o Chelydra serpentina? 

La testuggine azzannatrice è una tartaruga d’acqua dolce della famiglia Chelydreidae che si nutre di crostacei, pesci, anfibi, piccoli uccelli, mammiferi, carogne e piante acquatiche. Si tratta di una delle tartarughe d'acqua dolce più grandi che esistano, insieme alla tartaruga alligatore: il suo carapace può arrivare ai 48 cm anche se di solito arriva a circa 25 cm. Questa tartaruga di grandi dimensioni ha un peso che in media varia dai 4,5 ai 6 kg anche se in cattività alcuni esemplari sono arrivati a pesare 34 kg.

Foto:Marek KaÄ?ír-123RF

Il morso della tartaruga azzannatrice 

La tartaruga azzannatrice è famosa per la sua aggressività quando è fuori dall’acqua, e per il suo morso che è in grado di causare amputazioni e ferite molto gravi. La struttura ossea mascellare della Chelydra serpentina è simile a quella di un becco e può compiere un morso a scatto grazie alla testa e al collo mobili.

La tartaruga azzannatrice è pericolosa per l’uomo? 

Questa tartaruga carnivora è molto pericolosa per l’uomo: il suo potente e velocissimo morso può amputare le dita di una mano in modo netto, ma anche artigli affilati possono causare gravi danni.

>>LEGGI ANCHE: "Quanto vivono le tartarughe d'acqua?"

Tartaruga azzannatrice: prezzo 

La IUCN Red List considera la Chelydra serpentina una specie a basso rischio estinzione e, proprio per tale motivo, la Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione o CITES ne vieta il commercio, quindi non è possibile stabilire un prezzo della tartaruga azzannatrice.

Tartaruga azzannatrice in Italia 

In Italia è vietata la detenzione e la vendita della tartaruga azzannatrice perché considerata un animale pericoloso per l'incolumità e la salute pubblica. Eventuali avvistamenti o addirittura detenzioni illegali devono essere immediatamente segnalati alle Forze dell'Ordine.

Tartaruga azzannatrice: perché l’allevamento è vietato 

Estremamente pericolosa per il suo morso, la tartaruga azzannatrice rappresenta anche un pericolo per i nostri ecosistemi poiché è una specie aliena. Purtroppo molti esemplari di Chelydra serpentina allevati da amatori erpetofili, una volta cresciuti e diventati ingestibili, sono stati abbandonati in natura causando danni alla fauna locale. 

Foto apertura:  Michael Truchon-123RF

Animali e cuccioli
SEGUICI