Caretta caretta: la tartaruga marina che rischia di scomparire

Guida Guida

Andiamo alla scoperta della Caretta caretta, la tartaruga marina che nuota in quasi tutti i mari temperati e tropicali del mondo, mar Mediterraneo compreso.  

Andiamo alla scoperta della Caretta caretta, la tartaruga marina che nuota in quasi tutti i mari temperati e tropicali del mondo, mar Mediterraneo compreso.  
Ti potrebbero interessare

Fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo, la tartaruga Caretta Caretta è una tartaruga marina molto resistente e in grado di effettuare lunghe migrazioni. Scopriamo la bellezza di questo animale che, oggi, è a serio rischio di estinzione

Chi è la Caretta caretta

La Caretta caretta è una specie di tartaruga marina, comune nei mari e negli oceani temperati e tropicali di tutto il mondo, compreso il Mar Mediterraneo. Appartenente alla famiglia Cheloniidae, la Caretta caretta è una delle tartarughe più grandi viventi sul nostro pianeta. Incontrarla in libertà è un vero spettacolo per la vista.

Caratteristiche della Caretta caretta 

Foto: 123RF Premium-123RF

Dotata di un carapace di colore rosso marrone e un piastrone giallastro, la Caretta caretta misura appena 5 cm alla nascita ma da adulta può arrivare al metro e mezzo di lunghezza e pesare fino a 160 kg.

Caretta caretta: descrizione fisica 

Questa tartaruga marina presenta un corpo di forma allungata ricoperto da un robusto guscio e arti molto sviluppati, soprattutto quelli anteriori. La testa di questo rettile è grande con il rostro molto incurvato. Lo scudo dorsale, cioè il carapace, è costituito da 5 coppie di placche cornee dette scudi.

Comportamento della caretta 

Poiché la Caretta caretta ama il caldo, è in grado di compiere lunghe migrazioni per arrivare fino alle acque tropicali e subtropicali: un individuo adulto può percorre anche 5000 km pur di allontanarsi dalle fredde acque invernali.

>>LEGGI ANCHE: "La storia di Peppiniello, il cucciolo di tartaruga salvato dall'assideramento"

Habitat: dove vive la Caretta caretta 

L’habitat tipico di questa grande tartaruga marina è quello delle barriere coralline ma anche delle lagune salmastre e delle foci dei fiumi. Gli esemplari adulti frequentano le zone costiere, preferendo i fondali rocciosi piuttosto che quelli sabbiosi. Le concentrazioni maggiori di questa specie si hanno nelle acque del Sud-Africa, della Florida, dell’Australia, del Mozambico e dell’Oman.

Quanto vive una caretta caretta

Le tartarughe marine sono animali longevi e potenzialmente possono vivere più di 80 anni, tuttavia la vita media si aggira intorno ai 30-62 anni: purtroppo non si hanno dati sufficienti per stabilire una stima più specifica. Il tasso di mortalità è piuttosto elevato dato che solo 1-8 tartarughine su 1000 raggiungono l'età adulta.

Quando si riproduce la Caretta caretta 

La tartaruga caretta raggiunge la maturità sessuale intorno ai 16-17 anni ma alcuni individui si sviluppano prima, anche verso i 13 anni ed altri più tardi, ovvero intorno ai 25 anni. Durante la stagione riproduttiva, maschi e femmine si danno appuntamento nelle zone di riproduzione dove avviene l’accoppiamento. Le femmine poi vanno a deporre le uova nella spiaggia di origine dove possono deporre fino a 200 uova. Le uova di tartaruga caretta, grandi come palline da ping pong, hanno un'incubazione tra i 42 e i 65 giorni e si schiudono quasi tutte simultaneamente.


Perché la Caretta caretta è a rischio estinzione 

La specie Caretta caretta è fortemente minacciata in tutto il bacino del Mediterraneo ed è classifica nella IUCN Red List come specie vulnerabile. Le minacce sono costituite principalmente dall'inquinamento marino e dalla riduzione degli habitat di nidificazione, inoltre le tartarughe marine restano spesso vittime di collisioni con le imbarcazioni e da incidenti provocati dalle reti a strascico e da altri sistemi di pesca.

Foto apertura: wrangel-123RF

Animali e cuccioli
SEGUICI