Inverno: 5 modi per proteggere il cane dagli sbalzi di temperatura

Guida Guida

Scopri come puoi proteggere il tuo amico a quattro zampe dal freddo e dagli sbalzi di temperatura tipici del periodo invernale.

Quando arriva l'inverno, il cane può patire molto il freddo: abbassamento delle temperature, sbalzi termici e correnti d’aria influiscono sul suo stato di salute e il rischio di raffreddori e influenze è più frequente di quanto si possa pensare. Vale dunque la pena seguire alcuni consigli per proteggere Fido dal freddo invernale, vediamo come fare.

1. Toelettature limitate
I bagnetti al cane, durante la stagione invernale, vanno ridotti il più possibile: se proprio si deve lavare il cane, occorre accertarsi che il pelo venga ben asciugato. Per quanto riguarda la tosatura del pelo, sarebbe meglio non farla perché il pelo aiuta l’animale a proteggerlo dal freddo così come in estate lo protegge dal caldo. Per mantenere in buono stato il manto del cane è molto meglio spazzolarlo spesso.

2. Cappottini e impermeabili
Con i primi freddi il cane, se abituato a vivere in casa, può soffrire a causa degli sbalzi termici. Dunque, prima di uscire per la passeggiata, è bene coprire il cane con un cappottino o una mantella impermeabile. Questa precauzione va rispettata soprattutto con i cani più cagionevoli, come i cani anziani, i cuccioli, i cani con problemi di salute e quelli che hanno un mantello corto e rado.

3. Alimentazione corretta
Con la diminuzione delle temperature, il cane tende a bruciare più calorie, quindi diventa fondamentale alimentarlo in maniera più appropriata, aumentando le porzioni giornaliere di cibo oppure aggiungendo un integratore alla solita dieta alimentare. Questa raccomandazione è valida soprattutto per i cani che, anche d’inverno, sono abituati a stare molto tempo fuori all’aperto, mentre per i cani che passano la maggior parte della giornata in casa, non bisogna eccedere con le dosi, altrimenti rischiano di mettere su peso.

4. Passeggiate più brevi
Quando fa davvero tanto freddo è meglio ridurre le uscite, prediligendo le passeggiate nelle ore centrali della giornata che risultano più calde rispetto alle ore serali o quelle di prima mattina, in cui le temperature si abbassano drasticamente. Se c'è la neve presta attenzione che il cane non la mangi perché potrebbe sviluppare facilmente problemi intestinali, soprattutto se si tratta di un cane anziano o di un cucciolo.

5. Cuccia calda
Se il cane è abituato a stare all'aperto devi fornirgli un riparo caldo e asciutto: coibenta la cuccia con pannelli isolanti in modo che l'umidità non penetri e durante le ore notturne, quando il freddo diventa pungente, predisponi l'accensione di una lampada termica interna alla cuccia che lo tenga al caldo. Se invece il cane è abituato a stare in casa, posiziona la sua brandina o cuscino lontano dalle stanze più fredde e al contempo evita di far sostare il cane vicino al calorifero, altrimenti lo sbalzo termico quando uscirà all'aperto sarà eccessivo.

Per una sana alimentazione anche d'inverno prova ad affidarti alla linea Forthglade, una linea di cibo per cani a base di alimenti naturali e altamente digeribili, accuratamente progettata per garantire al tuo cane un’alimentazione completa ed equilibrata, ricca di vitamine e minerali. La cottura a vapore, lenta e a bassa temperatura, permette di conservare inalterate tutte le proprietà nutritive delle materie prime: dall’anatra al pollo, dal salmone all’agnello, passando per zucca, patate, verdura ed erbe aromatiche.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI