Bovari svizzeri: le principali caratteristiche

Guida Guida

I Bovari svizzeri sono cani speciali in grado di svolgere molti compiti. Di origine antica ne esistono quattro tipologie: scopriamoli insieme.  

I cani bovari, ovvero quei cani che svolgono il ruolo di custodi delle mandrie al pascolo, vengono normalmente classificati dalla FCI nel gruppo 1, chiamato appunto “Cani da pastore e bovari".

Tuttavia non sono compresi in questo gruppo i Bovari svizzeri in quanto rappresentano una sezione a sé stante del gruppo 2.

Poiché i Bovari svizzeri svolgono altre mansioni oltre a quelle di guida del bestiame, si è ritenuto opportuno non introdurli nel gruppo dei bovari normali.

  • Bovari svizzeri: origine e ruolo

I Bovari svizzeri sono quattro tipologie di cani molossoidi derivanti dal Molosso tibetano, portato in Europa dalle antiche legioni romane.

Da questo cane possente si è sviluppato il cane da pastore svizzero, definito “cane delle capanne” da cui hanno poi avuto origine gli attuali bovari svizzeri.

Questi cani, oltre che per la condotta delle mandrie, vengono usati anche per il traino, per la guardia della casa, come cani guida per non vedenti e come cani per la protezione civile.

  • Bovari svizzeri: il carattere

I Bovari svizzeri hanno un carattere decisamente forte ma tranquillo, mai aggressivo: questi cani sono molto amabili e amichevoli con tutti.

Dotata di un istinto predatorio assai limitato, i cani di questa razza non attaccano gli altri animali, ragion per cui i contadini svizzeri li selezionavano appositamente per tenerli con loro.

  • Bovari svizzeri: il nome

Il nome di Bovari svizzeri è stato assunto solo per comodità perché, come abbiamo visto, oltre al ruolo di bovari sono considerati cani di utilità in grado di svolgere tanti compiti diversi.

Il nome dei Bovari svizzeri dipende dalla regione geografica in cui si sono sviluppati, ad eccezione del Grande bovaro svizzero che deve il suo nome al professor Albert Heim.

  • I 4 Bovari svizzeri

I Bovari svizzeri sono quattro e tutti hanno in comune il mantello tricolore (bianco, nero e fulvo): il Bovaro del Bernese, il Bovaro dell’Appenzell, il Bovaro dell’Entlebuch e il Grande bovaro svizzero.

Il Bovaro del Bernese prende il nome dal cantone del Berna ed è considerato il meno docile del gruppo. È un cane di taglia medio-grande, ben proporzionato e armonioso: è l’unico del gruppo dei Bovari svizzeri ad avere il pelo semilungo.

Il Bovaro dell’Appenzell è invece considerato il più docile e il più facile da addestrare, anche se ha la tendenza ad abbaiare di più. È un cane di taglia media ed è l’unico dei quattro bovari svizzeri ad avere la coda arrotolata sul dorso.

Il più piccolo dei Bovari svizzeri è il Bovaro dell’Entlebuch con un’altezza massima di 50 cm, per questa ragione è considerato più adatto alla vita in appartamento. Questo bovaro è soprannominato “cane dei lattai” perché usato da sempre nel trasporto di latte e formaggio dalle stalle ai mercati.

Infine il Grande Bovaro svizzero è il più grande del gruppo con i suo 72 cm di altezza massima negli esemplari maschili. Massiccio, robusto e vivace, il Grande bovaro è un po’ testardo e necessita di una mano esperta nel percorso educativo e di addestramento.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI