Cani da guardia: le caratteristiche del Bullmastiff

Guida Guida

Cane da guardia forte e coraggioso, il Bulmastiff è il cane più indicato per chi ama i molossi ma non ha spazio sufficiente per un cane gigante. 

Tra i cani da guardia, il Bullmastiff è uno dei più apprezzati tanto da essere impiegato come cane poliziotto soprattutto in Inghilterra, la sua patria d'origine.

Nato dall'incrocio tra un Mastiff e un Bulldog, questo cane di origine inglese è un molossoide.

Le origini del Bullmastiff

All'inizio i primi incroci tra queste due razze avevano prodotto soggetti agili e potenti che venivano impiegati per lo più nei combattimenti tra cani.

Una volta terminata l'epoca dei combattimenti ufficiali, gli incroci tra Mastifff e Bulldog iniziarono a essere utilizzati dai guardaboschi nella lotta contro i bracconieri grazie al loro incredibile fiuto.

Ma è solo sul finire dell'Ottocento che la selezione della razza Bullmastiff viene perfezionata da S.S. Moseley, a tutt'oggi considerato il padre del Bullmastiff moderno.

bullmastiff

Foto: volofin / 123RF Archivio Fotografico

L'aspetto del Bullmastiff

Il Bullmastiff è un cane dall'aspetto imponente che a prima vista può spaventare: il corpo è forte e simmetrico ma non pesante

La sua testa è quella tipica di un cane da presa, e cioè ampia e quadrata con muso corto, e gli arti sono forti e muscolosi.

Il pelo del Bullmastiff è corto, duro al tatto e aderente al corpo: i colori ammessi dallo standard di razza sono tutte le sfumature del tigrato, del fulvo e del rosso.

Bullmastiff: carattere e attitudine

Il Bullmastiff è un cane da guardia affettuoso, allegro, docile, equilibrato, affidabile e sempre pronto ad imparare: se correttamente socializzato fin da subito tollera bene gli sconosciuti, gli altri cani e gli altri animali.

In caso contrario, cioè se non viene abituato alla socialità da cucciolo, risulta timido, riservato e diffidente e può persino diventare aggressivo con le persone o gli animali che non conosce.

Data la sua prestanza fisica e l'incredibile fiuto risulta particolarmente adatto alla guardia: dopo aver studiato il presunto malintenzionato, lo attacca atterrandolo e rendendolo incapace di rialzarsi senza tuttavia morderlo.

Oltre a essere impiegato come cane da guardia, il Bulmastiff negli ultimi anni è diventato anche un cane da esposizione e un cane da compagnia molto apprezzato.

Foto: photografier / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI