Come si legge un pedigree

Guida Guida

Se hai intenzione di comprare un cucciolo di razza ti conviene iniziare a capire come si legge il pedigree. 

Se decidi di comprare un cane di razza, ti verrà fornito dall’allevatore un documento noto come “pedigree”, una sorta di carta di identità in cui sono inseriti tutti dati e la storia del cane.

Cos'è il pedigree

Il pedigree è un documento ufficiale rilasciato dall’ENCI che attesta e certifica l’iscrizione del cane ai libri genealogici: senza il pedigree non si può sostenere che il proprio cane appartenga a una determinata razza canina.

Oltre ai dati del cane nel pedigree ci sono anche i dati di tutta la sua discendenza fino ai trisnonni, nel caso di pedigree italiano, o fini ai ai bisnonni nel caso di alcuni pedigree stranieri.

Come leggere il pedigree

Una volta aperto il pedigree si trovano una serie di nomi e sigle: nella parte superiore del documento si trovano i dati del cane come il gruppo di appartenenza della razza e il numero di registrazione assegnato dall’ENCI al cane.

Segue poi il nome del cane per intero e con l’affisso riconosciuto ed assegnato dalla FCI e dall’ENCI: per affisso si intende la denominazione dell’allevamento da cui il cane deriva. Si trovano quindi indicazioni relative alla data di nascita del cane, al sesso e alla razza e al colore del mantello.

È poi presente la marcatura ovvero la sigla dell’allevamento tatuata o il numero di microchip del cane, necessari per risalire al proprietario nel caso di smarrimento o furto del cane.

Tra gli altri dati si trovano inoltre il nome dell’allevatore che è proprietario della fattrice che ha generato il cucciolo acquistato, nonché note relative a controlli ufficiali sulla displasia dell’anca o altro. Nel pedigree seguono poi informazioni relative alla genealogia e ai titoli del cane.

pedigree

Foto: Mikkel Bigandt  © 123RF.com

La lettura della genealogia

Per quanto riguarda la genealogia, la lettura va effettuata procedendo da da sinistra verso destra: nella prima colonna si trovano i genitori poi i nonni, i bisnonni e i trisnonni.

Il maschio, indicato con la sigla P che sta per “padre” si trova sempre in alto, mentre il nome della femmina contrassegnata con la M per indicare “madre" è in basso.

Si trovano poi informazioni relative ai titoli vinti dal cane in concorsi e gare: i titoli sono indicati da sigle e numeri, ad esempio D sta per Campione riproduttore, E per Campione Europeo di Bellezza ed F per Campione Mondiale di Bellezza. Le lettere A, B, e C indicano invece rispettivamente: Campione Trialer, Campione Sociale e Campione Estero.

Sotto alla genealogia si trova la parte riguardante i dati del proprietario, la data di cessione del cane e la firma di chi cede il cane.

Seguono vari timbri dell’Enci che attestano i passaggi di proprietà e i timbri dei veterinari che attestano l’esenzione displasia anche e gomiti, la selezione, il DNA ecc.

Foto d'apertura: Ysbrand Cosijn © 123RF.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI