Il tuo gatto è stressato? 5 segnali da riconoscere

Guida Guida

Proprio come noi umani, anche i gatti possono essere stressati e lo manifestano chiaramente: basta imparare a riconoscere i segnali per intervenire subito.

Aggressività, cambiamenti nella routine, grattamenti o leccamenti eccessivi e problemi alimentari sono solo alcuni dei comportamenti che i gatti mettono in atto per manifestare il loro disagio causato dallo stress.

Se noti alcuni di questi segnali nel tuo gatto, dovresti subito indagare meglio, consultando un veterinario per capire cosa sta succedendo al tuo micio e aiutarlo a stare meglio, eliminando la causa dello stress.

Ecco 5 segnali che il gatto stressato manifesta e che dovresti subito imparare a riconoscere.

5. Cambiamenti nel comportamento

Se il tuo gatto inizia a mostrare evidenti cambiamenti di personalità, potrebbe trattarsi di stress. Se prima era docile e tutto d’un tratto inizia a mostrare atteggiamenti aggressivi, ad esempio graffiando più spesso cose e persone, di solito significa che qualcosa non va.

4. Tendenza a isolarsi

Un gatto che si dimostra troppo apatico, che tende a dormire gran parte della giornata e che si rintana cercando luoghi isolati e nascosti, dimostra un atteggiamento anomalo. Anche questa è una spia d’allarme di una possibile situazione di stress.

3. Bisogni fuori dalla lettiera

Se il gatto è stressato può iniziare a urinare di frequente e in modo disordinato, quasi sempre fuori dalla lettiera, marcando il territorio di casa in vari punti. Occorre escludere malattie e problemi di salute con una visita veterinaria: se il gatto non ha problemi renali o infezioni in corso, significa che agisce in questa maniera perché è molto stressato.

2. Mancanza di appetito

Uno dei modi più tipici dei gatti di reagire allo stress è perdere interesse nel cibo: i gatti non digiunano intenzionalmente e se lo fanno, significa che c’è un problema. Escluso con il veterinario che si tratti di una patologia o di cattiva digestione, occorre considerare il fatto che il gatto potrebbe soffrire di depressione o ansia e rinunci a mangiare proprio per questo motivo.

1. Eccessivi miagolii

Tutti i gatti miagolano, soprattutto durante il periodo degli amori, ma se iniziano a farlo in maniera continuativa e compulsiva, significa che stanno manifestando uno stato di ansia e stress.

Foto © farbkombinat - Fotolia.com

Beaphar No Stress Collare Gatti

Per ridurre in modo significativo lo stress nel tuo gatto, prova a fargli indossare il Collare Beaphar No Stress. Realizzato con valeriana e lavanda, piante con proprietà fitoterapeutiche e calmanti, il collare per gatti Beaphar No Stress può essere usato in caso di forti temporali, quando il micio deve affrontare lunghi viaggi, quando scoppiano fuochi d’artificio, in caso di ansia da separazione oppure di visite dal veterinario. Il collare Beaphar dura fino a 4 settimane e rilascia gradualmente ingredienti naturali totalmente sicuri che aiutano a tranquillizzare il gatto nei momenti più delicati della quotidianità.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI