Come comportarsi se il gatto non usa la lettiera

Guida Guida

La propensione di molti gatti a usare posti non adatti per i loro bisogni fisiologici e diversi dalla lettiera destinata a questo scopo è uno dei problemi comportamentali lamentati più di frequente dai proprietari di questo animale. E anche uno dei più difficili da risolvere soprattutto perché in genere si reagisce con rabbia pensando che il gatto lo faccia apposta. Ecco invece cosa è giusto fare.

La propensione di molti gatti a usare posti non adatti per i loro bisogni fisiologici e diversi dalla lettiera destinata a questo scopo è uno dei problemi comportamentali lamentati più di frequente dai proprietari di questo animale. E anche uno dei più difficili da risolvere soprattutto perché in genere si reagisce con rabbia pensando che il gatto lo faccia apposta. Ecco invece cosa è giusto fare.

La propensione di molti gatti a usare posti non adatti per i loro bisogni fisiologici e diversi dalla lettiera destinata a questo scopo è uno dei problemi comportamentali lamentati più di frequente dai proprietari di questo animale.

Ciò può sorprendere visto che il gatto è considerato quasi “maniacale” nel suo bisogno di pulizia personale e dell’ambiente in cui vive. Ma proprio questa considerazione dovrebbe indurci a credere che deve esserci un motivo molto importante a spingere un gatto a comportarsi così. La volontà di “fare un dispetto” che molti ipotizzano non è infatti una motivazione realistica. E convincersene aiuterebbe a risolvere più velocemente il problema. Le reazioni a quello che si crede essere un dispetto sono quasi sempre inappropriate e finiscono col ritardare o peggiorare la risoluzione. 

Cosa fare 

  1. Mantenere la calma: quando si trova il bisognino in giro per casa è inutile arrabbiarsi, gridare o andare a cercare il gatto per punirlo.
  2. Se si coglie l’animale sul fatto si può eventualmente dirgli “no” in modo secco e deciso. Mai prenderlo, invece, in malo modo per metterlo sulla lettiera: potrebbe contribuire a rendergliela ostile. Al limite lo si può fare dolcemente se è un cucciolo a cui stiamo cercando di insegnare a fare i suoi bisogni nel posto giusto. Ma in un gatto adulto che smette a un certo punto di usare la lettiera dopo aver imparato deve far sospettare l’esistenza di un problema che va oltre la non conoscenza o la volontà dell’animale.
  3. Pulire usando un prodotto specifico o una miscela di acqua e aceto bianco. Evitare in ogni caso detersivi o sostanze troppo odorose o tossiche per il gatto che potrebbero creare ulteriori problemi.
  4. Cercare di rivedere l’ambiente e lo stile di vita del gatto per capire quale può essere la causa. Chiedetevi se avete introdotto novità nell’ambiente (lavori in casa, spostamenti di mobili, introduzioni di nuovi gatti o altri animali). Avete traslocato? E’ arrivato un bambino o familiari sono entrati/usciti dalla su vita? Sono tutte situazioni che possono indurre stress nel gatto e portare alla comparsa di comportamenti indesiderati Anche un semplice cambiamento nel tipo di lettiera o nella cassetta igienica e perfino della sua collocazione possono portare il gatto a non usare più la sua lettiera.
  5. Se non vi sembra di trovarne è meglio chiedere un consulto con il veterinario per escludere che si tratti di un problema organico.
  6. Adottare tutte le misure specifiche a seconda della causa che rileverete da soli o grazie all’aiuto dell’esperto.

Nella prossima guida troverete alcuni suggerimenti per distinguere meglio tra le varie possibili cause di mancato uso della lettiera da parte del gatto e i rimedi per ciascun caso.

Photo © Africa Studio - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI