Quali sono le tipologie di latte formulato dedicate all'infanzia

Bambini e allattamento: in alcune situazioni, sotto consiglio del pediatra, i genitori devono ricorrere al latte artificiale. Scopriamo le principali tipologie di latte formulato presenti sul mercato.

Bambini e allattamento: in alcune situazioni, sotto consiglio del pediatra, i genitori devono ricorrere al latte artificiale. Scopriamo le principali tipologie di latte formulato presenti sul mercato.
Ti potrebbero interessare

Mamme e allattamento: un binomio indissolubile che porta con sé molte domande, soprattutto (ma non solo) per le donne alle prese con il primo figlio. Il mio bimbo mangerà abbastanza? La mia bimba sta crescendo in modo adeguato? Come posso alleviare i disturbi derivanti dalle classiche coliche del neonato? Come affrontare l'allattamento misto e quali sono le tipologie di latte formulato presenti sul mercato?

L'allattamento, insomma, è un argomento che solleva molti interrogativi ed è molto importante trovare le giuste risposte così da fare la scelta migliore per il proprio bambino, permettendogli di crescere sano e forte.

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), oltre a considerare l'allattamento uno degli obiettivi prioritari di salute pubblica a livello mondiale, raccomanda l'allattamento esclusivo al seno per i primi sei mesi di vita del neonato (salvo indicazioni specifiche del pediatra), proseguendo fino a quando la mamma o il bambino ne sentano il bisogno. Possono tuttavia presentarsi situazioni particolari in cui le mamme e i papà devono ricorrere all’uso del cosiddetto latte artificiale, detto anche latte formulato.

Quando usare il latte formulato?

Qualora il latte materno non sia disponibile o risulti insufficiente, è opportuno ricorrere ai preziosi consigli del pediatra, per identificare i prodotti studiati e ideati appositamente per nutrire i piccoli di casa. Oggi l'offerta è molto variegata e non è raro che una mamma sperimenti un vago senso di disorientamento di fronte allo scaffale, dove trova numerosi prodotti dedicati alla nutrizione del bebè disponibili in commercio.

Ecco perché è sempre utile avere a portata di mano una guida con la quale scegliere in modo consapevole il latte formulato con cui alimentare il proprio bambino, sia in modo esclusivo sia nella frequente situazione dell'allattamento misto.

Foto: Alina Grigoreva © 123RF.com

Le tipologie di latte formulato presenti sul mercato

In linea generale, sul mercato sono presenti le seguenti tipologie di latte artificiale: il latte di proseguimento o latte 2, il latte di crescita o latte 3 e, infine, i latti speciali. Prima di scegliere un latte formulato è necessario interpellare il pediatra. In linea generale, i latti formulati possono essere disponibili sia nel formato in polvere (da ricostituire prima dell’uso) o in quello liquido (già pronto per la somministrazione). Andiamo a scoprire in quali fasce di età e in quali casi utilizzare le diverse formulazioni, tenendo presente che prima di scegliere un latte formulato è necessario interpellare il pediatra.

  • Latte di proseguimento o latte 2

Solitamente disponibile sia nella formula in polvere che in quella liquida, il latte di proseguimento, detto anche latte 2, è indicato per i neonati a partire dai sei mesi di vita, quando ha inizio l’introduzione dei primi alimenti diversi dal latte. Qualora la mamma non produca a sufficienza (o non produca affatto) latte materno, il latte 2 viene quindi utilizzato in combinazione con lo svezzamento.

  • Latte di crescita o latte 3

Il latte di crescita, detto anche latte 3, è indicato per i bambini di età superiore ai 12 mesi. Con una formulazione adatta a questa fase di crescita, e inserito nell'ambito di una dieta varia ed equilibrata, il latte 3 concorre a completare l'alimentazione del bambino, contribuendo a soddisfare i suoi specifici nutrizionali.

  • I latti speciali

Oltre alle tipologie di latte artificiale che abbiamo appena descritto, esistono anche degli alimenti a fini medici speciali, detti anche latti speciali, da utilizzare sotto controllo medico. I latti speciali, grazie alle loro particolari composizioni, contribuiscono ad aiutare le mamme e i papà alle prese con i disagi più diversi del bebè. Oltre al latte pretermine o formula 0, indicato per i bambini nati pretermine se il latte materno è carente o totalmente assente, esistono anche le formule per lattanti con accertata patologia da reflusso gastro-esofageo e per lattanti con coliche gassose e lievi problemi digestivi, fenomeni molto frequenti nei lattanti. Il pediatra sarà essere un aiuto importante per i genitori nella scelta della formula più adatta per il proprio bambino.

Foto: Олександр Савченко © 123RF.com

Nell'ambito del latte formulato, Nestlé Nidina mette a disposizione dei genitori una vasta gamma di prodotti dedicati alla crescita e al nutrimento dei lattanti e dei bambini, prima e dopo i 12 mesi di età. Forte sostenitore dell'allattamento prolungato al seno, Nestlé studia e sviluppa da oltre 150 anni le migliori soluzioni nutrizionali dedicate all'infanzia, nel pieno rispetto delle esigenze nutrizionali del bambino e del bilanciamento dei nutrienti necessari nelle varie fasi di crescita.

Qualora le mamme e i papà abbiano dubbi riguardanti l'allattamento esclusivo o l'allattamento misto e si sentano in difficoltà riguardo l'alimentazione del proprio bambino, si consiglia sempre di far riferimento al proprio pediatra che, dai primissimi giorni di vita del neonato ai primi emozionanti anni di scoperta, è una guida affidabile e irrinunciabile per ogni genitore.

Foto apertura: Antonio Guillem © 123RF.com

Genitori e bambini
SEGUICI