Dentizione dei bambini: cosa sapere sui denti del neonato

Guida Guida

Che cos'è la dentizione, quanto dura e quando bisogna preoccuparsi? Una breve guida a un momento molto importante per i neonati.

Che cos'è la dentizione, quanto dura e quando bisogna preoccuparsi? Una breve guida a un momento molto importante per i neonati.
Ti potrebbero interessare

La dentizione è una fase della vita del neonato che ogni genitore si prepara ad affrontare consapevole che non sarà una passeggiata. L’arrivo dei dentini, infatti, è spesso causa di ansia nei genitori, che a ogni pianto o segno di inappetenza pensano immediatamente al dolore ai dentini. Per questo è importante fare un po’ di chiarezza su quando inizia, sul cosiddetto calendario della dentizione e sui sintomi che la accompagnano, che possono andare dalla febbre del neonato a disturbi più lievi.

Quando comincia la dentizione? 

Foto: miramiska-123RF

La dentizione decidua, e cioè l’arrivo dei denti da latte, inizia con gli incisivi centrali inferiori tra il quarto e il settimo mese di vita, e si completa solitamente intorno al terzo anno di vita.

Il calendario dei dentini dei bambini 

I denti decidui, quelli da latte, sono 20: 10 per ogni arcata, 4 incisivi, 2 canini e 4 molari. I primi denti, gli incisivi centrali inferiori, arrivano tra il quarto e il settimo mese, seguiti dai superiori tra i 6 e gli 8 mesi. Tra il settimo e l’undicesimo mese iniziano a spuntare gli incisivi laterali inferiori e superiori, e tra il decimo e il 16esimo mese inizieranno a erompere i molari. Tra i 16 e i 20 mesi è il turno dei canini, tra i 20 e i 30 mesi dei secondi molari.

Sintomi della dentizione

I sintomi della dentizione sono vari e di diversa intensità a seconda del bambino. Quelli più comuni sono aumento della salivazione, gengive infiammate e sensibili, irritabilità, difficoltà a prendere sonno e rifiuto del cibo. Può capitare anche che nei giorni immediatamente precedenti si può assistere a un aumento della temperatura o a diarrea, anche se non vi sono evidenze scientifiche che sia legato strettamente alla dentizione.

Fastidi da dentizione: i rimedi per alleviare il disturbo

Ecco qualche consiglio per alleviare il fastidio da dentizione:

  1. Lozioni e gel appositi da spalmare sulle gengive sensibili per alleviare il fastidio e il dolore
  2. Sonaglini da mettere in frigo per contrastare l’arrossamento delle gengive con il freddo.
  3. Massaggiagengive, strumenti pensati proprio per alleviare il fastidio alle gengive

Dentini in ritardo: quando preoccuparsi e cosa fare 

Ogni bambino ha i suoi tempi per la crescita dei dentini, e non è il caso di preoccuparsi eccessivamente se il proprio non segue con precisione il calendario della dentizione. Sulla base del calendario si può comunque chiedere il consulto dell’odontoiatra. Una delle cause per la mancata eruzione può essere imputata infatti alla mancanza di spazio, e cioè alla mancata corrispondenza tra il numero di denti e l’osso che deve confederali. Ci sono anche altre cause che possono ritardare la nascita di un dente, ma in linea di massima non c’è un calendario fisso e dunque un ritardo o un anticipo preoccupanti quando si tratta di dentizione.

Lavare i denti ai bambini: quando cominciare? 

È molto importante iniziare il bambino all’importanza dell’igiene orale il prima possibile. In linea di massima, con la comparsa del primo dente da latte è bene iniziare a pensare di lavare i dentini, non utilizzando ovviamente uno spazzolino ma una pezzetto di garza inumidito, con cui pulire anche le gengive. Lo spazzolino può essere utilizzato intorno all’anno d’età, scegliendone uno di misura ridotta e con setole morbide.

Foto apertura: Oksana Kuzmina - 123RF

Genitori e bambini
SEGUICI