Zanzare e bambini: 5 consigli per evitare (naturalmente) le punture

Classifica Classifica

Punture e prurito possono rovinare le calde serate estive trascorse all'aperto. Ma ci sono diversi modi per tenere a bada questi fastidiosi insetti senza ricorrere a prodotti chimici.

Con l’arrivo dell’estate aumenta la voglia di trascorrere più tempo all’aria aperta, tra picnic, cene in giardino e passeggiate, occasioni che spesso possono venire rovinate da una vera e propria “piaga”: le zanzare.

Fastidiosi ronzii, punture e prurito possono infatti rendere infernali le ore passate all’aperto, anche alla luce del fatto che in Italia si contano circa 70 specie di questi insetti, tra cui la zanzara comune, la zanzara di risaia e, da ormai da diversi anni, anche la zanzara tigre, più aggressiva ed “efficace” dal punto di vista delle punture: attiva a tutte le ore del giorno, non solo dal tramonto in poi come accade per le prime due, riesce a passare anche gli strati di vestiti. E soprattutto per i più piccoli può rappresentare nel migliore dei casi un tormento, nel peggiore un rischio.

Per questo è importante prendere provvedimenti per tenere le zanzare alla larga quantomeno dagli spazi che si frequenta di più, e dunque la propria casa e il giardino: ecco 5 semplici, ma efficaci metodi naturali per tenerle a bada.

1. Prenditi cura del giardino e degli spazi verdi

zanzara

Erba troppo alta e vegetazione selvaggia rappresentano un paradiso per le zanzare femmine (colpevoli delle fastidiose punture), che scelgono queste zone per deporre le uova: mantenere gli spazi verdi puliti e in ordine è il primo passo per combattere la proliferazione. Esistono inoltre piante che fungono da repellenti naturali contro questi insetti, tra cui il geranio, la citronella, la calendula e la lavanda. Piante aromatiche come il basilico e la menta sono ugualmente efficaci anche su altre tipologie di insetti.

2. Attenzione all’acqua e all’umidità

zanzara acqua

Così come il verde, anche le zone in cui l’acqua ristagna o molto umide attirano le zanzare in cerca di luoghi in cui deporre le uova. Tenete pulite grondaie, vasi ed eventuali fontanelle, annaffiatoi e secchi. Se avete zone in cui la pozza d’acqua è inevitabile, sfruttate il rame: immerso nell’acqua si ossida e rilascia ioni che mettono in fuga le zanzare. Sono sufficienti le monetine da 1 e 2 centesimi che si trovano spesso sparse nelle tasche

3. Usa il ventilatore

zanzara puntura

Non solo dal caldo: il ventilatore aiuta anche a difendersi dalle zanzare, perché ne intralcia il volo e “smuove” l’aria facendo disperdere l’anidride carbonica che gli esseri umani emettono respirando e che attirano le zanzare

4. Sfrutta ingredienti naturali

zanzara pianta

Ci sono alcune sostanze naturali che, come detto, tengono efficacemente alla larga: un esempio valido è quello del caffè, il cui aroma aiuta a “combattere” l’invasione. Invece di gettarli, conserva alcuni fondi di caffè in un contenitore aperto per circa una settimana e, successivamente, spargendoli in corrispondenza di porzioni di terreno o di acqua stagnante che si presume siano infestate. Le sostanze contenute nel caffè, inoltre, riescono ad eliminare le larve non ancora sviluppate.

5. Investi nelle zanzariere

zanzara zanzariera

Se si vive in zone che in estate sono habitat naturali delle zanzare, meglio investire qualcosa e mettere le zanzariere: prevenire è meglio che curare, e trascorrere l’estate con le finestre chiuse per impedire che fastidiosi insetti (di ogni genere) è uno spauracchio sufficiente a giustificare la spesa.

Foto: yavdat1 / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI