Bambini cristallo: come riconoscerli

Guida Guida

Sono considerati speciali, un dono per l'intera umanità grazie alle loro capacità e alle loro doti spirituali: ecco sa c'è da sapere sui bambini cristallo. 

Sono considerati speciali, un dono per l'intera umanità grazie alle loro capacità e alle loro doti spirituali: ecco sa c'è da sapere sui bambini cristallo. 

C’è chi li chiama “Star Children”, chi “Gifted Children”, chi rende omaggio al periodo in cui sono nati e si riferisce a loro come “Millennium Children”. L’idea di base, però, è che si tratti di bambini speciali: è quanto sostiene un corrente di pensiero della parapsicologia, secondo cui alcuni bambini vengono al mondo per rispondere a bisogni superiori, doni non solo per la famiglia ma per l’umanità intera, in grado di migliorare il mondo. Sono i “bambini cristallo”, o “bambini arcobaleno”, e di loro negli ultimi tempi si è parlato e scritto moltissimo.

Chi sono i bambini cristallo, indaco e arcobaleno

L’idea aveva iniziato a svilupparsi tra gli anni ’70 e gli anni ’90 con la generazione di bambini indaco, chiamati così per il colore che, secondo gli esperti di parapsicologia, aveva la loro aura, l’alone luminoso che li circondava. Ma qual è il significato di bambini indaco, arcobaleno e cristallo? Nel primo caso, secondo la teoria della psicologa Nancy Ann Tappe, si tratta di bambini con un’aura di un colore mai visto, indaco appunto, venuti al mondo per salvare la specie umana grazie ai loro poteri e al loro carattere “battagliero”.

I bambini cristallo avrebbero invece un’aura di un colore iridescente, sfaccettata come un cristallo, appunto, e rappresenterebbe le loro innate capacità superiori: amore, saggezza, spiritualità e altre caratteristiche che per gli esperti verrebbero erroneamentee confuse con problematiche legate allo sviluppo. Più di recente si è parlato anche di bambini arcobaleno che, secondo la studiosa Doreen Vitue, rappresenterebbero persino l'incarnazione della divinità, una sorta di "piccoli Buddha", molto saggi ma allo stesso tempo meno sensibili di quelli Indaco e Cristallo.

bambini cristiallo

Foto: tonobalaguer / 123RF Archivio Fotografico

Le peculiarità dei bambini cristallo

Tra le peculiarità dai bambini cristallo ci sarebbero infatti chiaroveggenza e telepatia, che per i seguaci della cultura new age potrebbe tradursi in un lieve ritardo nello sviluppo del linguaggio e delle tradizionali modalità di relazionarsi con gli altri, a volte erroneamente scambiato dai medici per deficit dell’apprendimento o addirittura autismo o sindrome di Asperger.

bambino cristallo

Foto: didesign021 / 123RF Archivio Fotografico

Come riconoscere i bambini cristallo

I bambini cristallo, così come gli indaco, sarebbe inoltre molto creativi e intraprendenti, intuitivi, sensibili ed empatici, molto affettuosi e di indole pacifica e serena. Equilibrati e spesso accomodanti, sono amanti della natura, degli animali e delle pietre e suscitano un’immediata attrazione verso le altre persone.

Tra le caratteristiche fisiche dei bambini cristallo ci sono poi gli occhi - solitamente molto grandi e dallo sguardo intenso, quasi ipnotico - e un corpo che spesso sembra non sentire dolore nonostante traumi, colpi o cadute, cui si aggiunge la predisposizione alle arti creative, dalla musica al disegno passando per il canto, e un’indole già pacifica, riflessiva e portata al perdono rispetto ai bambini “comuni”. Per quanto riguarda poi l’alimentazione, difficile che si mettano a fare storie o a lamentarsi per il cibo (come per qualsiasi altra cosa), ma potrebbero impuntarsi su qualche alimento che non vogliono proprio saperne di mangiare, e preferire cibi solitamente poco amati dai bambini: verdura, frutta e sapori intensi.

Qual è la missione dei bambini cristallo

A differenza degli “indigo children”, i “guerrieri spirituali” degli anni ’70 cui sarebbe stato affidato il compito di riportare l’ordine ed eliminare ciò che è superfluo, i bambini cristallo sono infatti più legati alla dimensione del cuore: evoluzione della generazione precedente, sarebbero il simbolo della necessità di arrivare a una dimensione spirituale superiore attraverso l’amore universale. I bambini cristallo, “guerrieri del cuore”, sarebbero dunque messaggeri e portatori di pace, armonia e gentilezza in un’epoca in cui dominano guerra, tensioni, rabbia e diffidenza.

Foto: juliasudnitskaya / 123RF Archivio Fotografico

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI