Silent Book, i libri senza parole per stimolare la fantasia dei bimbi

Guida Guida

I silent book sono libri in cui non sono le parole a raccontare la storia, ma le immagini: ecco perché bisogna iniziare a leggerli.

I silent book sono libri in cui non sono le parole a raccontare la storia, ma le immagini: ecco perché bisogna iniziare a leggerli.
Ti potrebbero interessare

Libri senza parole, storie inventate che parlano attraverso immagini per bambini, colori e forme: sono i Silent Book, un nuovo modo di leggere che supera le barriere linguistiche e di cui soprattutto negli ultimi tempi si parla molto, complice il successo riscosso da L’Onda di Suzy Lee, autrice e illustratrice coreana.

Cosa sono i silent book? 

Foto : Alena Ozerova-123RF

I silenti book sono libri per ragazzi (ma non solo), albi illustrati in cui il racconto è affidato non alle parole, ma alle immagini. Si tratta nella stragrande maggioranza dei casi di storie inventate in cui sono i disegni a raccontare la storia, aprendo così alla massima interpretazione e incentivando l’uso della fantasia e della creatività.

Come si leggono i silent book? 

Non c’è un modo definito e definitivo di leggere i silent book, ed è proprio questo il bello. I silent book sono racconti per immagini che arrivano a tutti, e che tutti possono leggere, semplicemente perché possono osservare. E ogni volta la storia può evolvere in maniere differente: per accompagnare i più piccoli nella lettura del silent book si possono indicare di volta in volta i protagonisti delle immagini, e chiedere a loro di spiegare cosa stanno facendo.

>>Leggi anche: "I 20 migliori libri per bambini"

Perché leggere i silent book? Tutti i vantaggi

Leggere un silent book è una bellissima occasione per mettersi alla prova lasciando correre fantasia e creatività. Tra i vantaggi c’è sicuramente l’abbattimento delle barriere linguistiche - l’unica lingua utilizzata è quella delle immagini - e la possibilità di leggerli a qualsiasi età e con qualsiasi formazione. La storia, inoltre, sarà sempre diversa a seconda dello stato d’animo di chi legge e anche di chi legge: il bambino racconterà la storia a modo suo, così come il genitore, e da un solo libro possono nascere mille libri. Le immagini e le illustrazioni, inoltre, stimolano l’osservazione e aiutano i processi di elaborazione di ciò che si vede, spesso anche di ciò che si prova.

5 titoli di silent book per i vostri bambini 

Un silent book da cui partire è indubbiamente il già citato “L’onda” di Suzy Lee, un poetico ed emozionante racconto per immagini dell’incontro tra l’essere umano e il mare.

Tra gli altri titolo da citare c’è poi “Il figlio unico”, di Guojing, un racconto che parte da una bimba che saluta la mamma e resta sola a casa, affrontando le sue paure e trovando la sua forza interiore attraverso una serie di avventure in una foresta.

L’approdo” di Shaun Tan, mescola fumetto a illustrazione e racconta il viaggio di chi lascia un luogo conosciuto per arrivare in uno sconosciuto, ed è sicuramente adatto a ragazzi in età più avanzata.

Per i più piccoli va citato “Tortintavola - Ma la torta dov’è?” di Thé Tjong-Khing, il racconto per illustrazioni della merenda della famiglia Scondizoli, che si lancia alla ricerca della torta scomparsa dal tavolo.

Sulla stessa linea anche “La gara delle coccinelle”, che è un silent book “attivo”: via via che si girano le pagine si va letteralmente avanti con la storia, rapiti dalle illustrazioni vibranti e coloratissime. 

Foto apertura: rawpixel-123RF

Genitori e bambini
SEGUICI