Journaling: 5 tips per scrivere il diario della tua vita

Classifica Classifica

Cos’è il journaling e 5 suggerimenti per rendere memorabili i tuoi pensieri. 

Journaling è una parola che significa “tenere traccia dei pensieri”: consiste nel mettere a fuoco ciò che è davvero importante per sé stessi, attraverso la realizzazione di un diario personale. Uno degli aspetti più significativi del journaling consiste nel fatto che può diventare lo strumento per raggiungere i propri obiettivi, per esempio attraverso la scrittura di un bullet journal

Journaling: 5 consigli per iniziare

In cosa consiste? Nel creare un'agenda nella quale si annoteranno tutti gli impegni e i traguardi che ci si è prefissati, che vanno dalle piccole cose alle ambizioni più grandi, in modo tale da poterli tenere sempre sotto controllo e capire quanto manca per completarli, trasformando così il diario in un tool di crescita e automiglioramento.

Le possibilità di personalizzazione sono davvero infinite e spesso, soprattutto quando si progetta un journal per la prima volta, è sempre utile lasciarsi guidare e ispirare. Proprio per questo Betterly, una startup che ha l’obiettivo di dare valore al tempo libero delle persone, ha creato la serie di box in abbonamento Journaling per guidarti nell’affascinante mondo della scrittura creativa. In ogni box troverai oggetti di cancelleria originali, un journal e la guida della life coach con gli obiettivi da raggiungere passo dopo passo.

Probabilmente ti sarà capitato, magari in giovane età, di cimentarti nella scrittura di un diario: quello su cui forse non hai mai riflettuto è il fatto che scrivere ciò che hai dentro potrebbe avere un forte potere terapeutico. Ecco allora 5 consigli da mettere in pratica nel caso in cui volessi ritornare a parlare con te stessa attraverso la pratica del journaling.

Journaling: come iniziare a parlare con te stessa

1. Scegli il tono

Un diario è praticamente un mezzo che ti permette di dialogare con te stessa: per farlo dovrai scegliere se raccontare quello che ti è successo nella forma del semplice racconto, oppure di farlo come se ti stessi effettivamente rivolgendo a qualcuno. In Felicity, una serie tv che andava in onda diversi anni fa, la protagonista raccontava quello che le succedeva esordendo sempre con un «Cara Sally».

2. Dai un nome al tuo diario

Per questo motivo, potresti trattare il tuo diario come se fosse davvero qualcuno, ovviamente in senso figurato. E quando conosciamo qualcuno, la prima cosa che facciamo è iniziare a chiamarlo per nome. Potrai quindi evitare di scrivere semplicemente “Caro diario” e renderai l’esperienza di journaling molto più intima e coinvolgente.

Journaling: inizia dando un nome al tuo diario

3. Scrivi quando vuoi

Il tuo diario potrà avere la forma che deciderai tu e di solito quella dei pensieri è sparsa, sciolta, non imbrigliata. Se vuoi essere metodica e dare una continuità alla tua scrittura, potresti scegliere un’ora del giorno nella quale scrivere. Alcuni preferiscono il mattino, perché hanno la mente più fresca, mentre altri ancora scelgono la sera, il momento perfetto per liberarsi dai pensieri trasformandoli in inchiostro fisico su carta o virtuale su tastiera.

4. Di cosa vuoi parlare?

Un diario è qualcosa di estremamente personale: pertanto avrai la libertà di scegliere di cosa parlare. Possono essere progetti futuri, sogni, speranze, ambizioni. Ma può anche trattarsi del racconto di quello che ti è successo nel corso della giornata, di come ti senti, di piccoli momenti di non trascurabile felicità.

5. Rendi il tuo diario unico: spazio alla cancelleria

Infine, un ottimo modo per rendere il tuo diario uno spazio ancor più creativo e divertente può consistere nell’utilizzo di stickers, pennarelli colorati e washi tape che renderanno l’esperienza di scrittura ancora più immersiva di modo che, ogni volta che tornerai a guardare quelle pagine, riusciranno sempre a parlare di te.

Maria Saia

Hobby e tempo libero
SEGUICI