Decoupage e decorazione: scegliere la giusta vernice

Guida Guida

L’ultima fase del decoupage prevede la verniciatura dell’oggetto. Che tipo di vernice è meglio scegliere? Ad acqua? A solvente? Spray? Ecco i nostri consigli!  

L’ultima fase del decoupage prevede la verniciatura dell’oggetto. Si tratta del passaggio più importante che conferirà alla superficie brillantezza, uniformità e resistenza. A seconda della vernice usata, sarà possibile ottenere effetti differenti.

È importante scegliere la vernice o il flatting più adatto all’oggetto che si è scelto di decorare

Le principali tipologie di vernici per decoupage, in commercio, sono:

  • vernice ad acqua: è una vernice inodore e trasparente che dona una buona trasparenza ma non è adatta alla verniciatura di oggetti che necessitano di essere lavati (piatti, bicchieri, vasi ecc.);
  • vernice (o flatting) a solvente: la vernice a solvente (di solito trementina) conferisce alla superficie un colore giallognolo che riproduce l’effetto invecchiato ed è ideale se i colori scelti per decorare l’oggetto, sono caldi. E' molto resistente ed è consigliata soprattutto per le superfici che necessitano di lavaggio o saranno esposte agli agenti atmosferici (per esempio: tegole, vasi ecc.). Purtroppo, l’odore di questa vernice non è dei migliori;
  • vetrificante: è una vernice ad acqua che crea uno strato spesso e resistente sulla superficie. I tempi di asciugatura sono rapidi ed è incolore (non ingiallisce). Essendo a base di acqua, anche in questo caso, non è consigliato usarla su oggetti che andranno lavati;
  • vernice acrilica spray: è ideale per le superfici verticali (es. vasi) e consente di ottenere buoni risultati soprattutto se si rispettano la modalità di utilizzo. L’importante è non ripassare troppe volte su uno stesso punto onde evitare di opacizzare troppo la superficie;
  • vernice per parquet: un’ottima alternativa alle vernici specifiche per decoupage, è trasparente, molto lucida e resistente;
  • lacca di cristallo: crea un effetto vetrificato e rende i lavori lucidi e impermeabili. E' ideale per mescolare i pigmenti in polvere e ottenere effetti particolari. Tuttavia, i tempi di asciugatura sono molto lunghi.

Naturalmente esistono anche altre tipologie di vernici adatte allo scopo, quelle elencate sono le più diffuse e che garantiscono risultati migliori. L’esperienza, poi, vi insegnerà quale di queste risponde meglio alle vostre esigenze e quale si adatta maggiormente al tipo di decorazione (e di colori) scelta.

photo credit: ninniane via photo pin cc

Un’idea low cost per invecchiare la superficie, senza ricorrere alle vernici, è quella di strofinare un batuffolo di cotone imbevuto di caffè o una bustina di tè usata, su tutto l’oggetto. Potrete intensificare l’effetto ingiallito passando più volte sullo stesso punto. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI