Tempo Libero

Cos'è la carta di riso?

La carta di riso è un tipo di carta leggera, ma anche resistente, che appare come un velo contenente al suo interno dei filamenti biancastri. I fogli di carta di riso a causa dell’amido hanno un aspetto lucente mentre i filamenti interni, che altro non sono che i residui della paglia di riso, sono più opachi e si presentano in rilievo.

Le origini della carta di riso

La carta di riso ha origini antiche ed è stata inventata in Giappone dove viene detta Washi, parola composta dal termine wa, che significa “giapponese" e dal termine "shi"che significa "carta".Washi fa dunque riferimento alla carta fatta seguendo il metodo tradizionale, derivato dall'antica arte cinese di realizzazione della carta.

Tipologie di carta di riso

In alcuni tipi di lavorazione possono essere inseriti nell’impasto della carta di riso dei petali di fiori o delle foglie o altre fibre vegetali che si intravedono in trasparenza.

Tradizionalmente, per realizzare il washi, si usano le fibre vegetali del gelso da carta o del riso o di altre piante locali giapponesi ma anche fibre di bamboo, canapa e frumento che conferiscono alla carta caratteristiche diverse.

Per cosa si usa

La carta di riso, in quanto molto sofisticata ed elegante, viene molto richiesta dagli amanti del bricolage, soprattutto da chi pratica il découpage o da chi ama fare origami. Prodotta in svariati colori e differenti consistenze, il washi si trova facilmente in commercio e dal 2014 è inserito tra i Patrimoni orali e immateriali dell'umanità dell’UNESCO.