• Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!


  • Apri TV

titolo

  • Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!

Amore... In stage!

Innamorarsi sul lavoro, mangiarsi un collega con gli occhi... cose che capitano. Ma se quel collega è il "tuo" stagista? Come comportarsi?

Cara Emme,
ho 40 anni, sono single e... Innamorata dello stagista! Alla mia età è possibile perdere la testa per un ragazzo di 20 anni più giovane? In ufficio sono la sua diretta responsabile e ho spesso a che fare con lui: non posso fare a meno di mangiarmelo con gli occhi ogniqualvolta si siede di fronte alla mia scrivania. Non so proprio cosa fare: tento il tutto e per tutto e "mi dichiaro"? Lo invito a fare un aperitivo o lascio perdere? E' vero che l'amore non ha età? A volte mi sembra proprio che sia lui a lanciarmi occhiate e a divorarmi con gli occhi. E’ solo autosuggestione? Insomma... Aiuto!
L.
 

Cara L., possibile è possibile quasi tutto! Smettiamo di direalla mia età” come se tu fossi Matusalemme (campato 969 anni, mese più mese meno.) Ora se tu fossi Jennifer Lopez o Madonna (non quella del giro di Matusalemme, l’altra quella del Blonde Ambition Tour) non ci sarebbero problemi. Ti metteresti il push up, inviteresti questo baby boy (perché questo non è toy, è la classe prima...) su un red carpet qualunque, poi sul tuo yacht e lo useresti come un abbonamento trimestrale alla Get Fit per l’autostima.

Niente sovrastrutture, niente “perché non mi chiama”. Sarebbe un perfetto gioco per entrambi, senza impegno, una storia che, per citare uno dei miei film preferiti e uno Hugh Grant all’apice della sua carriera da sexy gigione inglese, “sarà sui giornali di oggi che ricopriranno i cestini di domani”.

L. tu hai in programma Oscar, Emmy o quantomeno un nastro d’argento? NO.
Tu vivi nel mondo reale, quello con la fine del mese, le bollette, i colleghi, i CAPI.
Ti prego, se devi mandare a monte la tua carriera che non sia per la denuncia di molestie DEL TUO stagista.
Piuttosto ruba dei capitali.
Scappa alle Barbados e fidanzati con l’insegnante di surf.
Non metto in dubbio che questo ti lanci delle occhiate e che potreste anche finire a letto insieme, ma non è un collega, è praticamente uno studente a libro paga.
NO.
Lo ami? Aspetta che lo assumano. E che diventi un collega.
E L., non scherzo: fa che lo assumano per merito non perché lo sdraieresti sul fax.

Il lavoro è una boa. Quando va tutto in vacca e ci hanno strappato il cuore con le mani arriva Mitch di Baywatch, te la ricordi la sigla così anni 90 in cui correva col ciuffolone trattenendo visibilmente il respiro e si tuffava in due centimetri di onda per salvare tutti quei californiani che annegavano a mazzi?
Ecco, Mitch, quando abbiamo il cuore spezzato corre nelle nostre cucine mentre facciamo colazione e ci butta il LAVORO, che è quella cosa in cui ci possiamo buttare mentre ricominciamo a capire come si fa a respirare.
Pensaci. 

Hai una domanda per Emme? Scrivi a: postadelcuore@deabyday.tv

Credit Foto © artfamily - Fotolia.com

Maya risponde...

SEGUICI