• Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!


  • Apri TV

titolo

  • Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!

Amori tormentati? E' colpa di Candy Candy

Come la bionda infermiera dei cartoni animati anni 80... Rischiamo di farci travolgere da uomini che ci considerano (troppo) poco.

Cara Emme,
vengo subito al punto, voglio smettere di innamorarmi dei tormentati. Voglio che mi piacciano i buoni. Come si fa? Io non posso più perdere la testa per gente che mi tratta male, che mi usa, che sta con altre, che va e torna.
Non ho più tempo.
Aiutami.
E.

Mentre mi occupo di questa cosuccia posso fare qualcos’altro per te E? Una tracheotomia con una penna Bic e una lima per unghie o creare una crema snellente a base di Nutella per esempio?
Tesoro, se si scegliesse chi amare io ieri sera sarei salita sul palco dell’Estathé Market Sound, avrei preso Jack Savoretti per mano e ce ne saremmo andati tra gli applausi, con la moglie di lui che ci salutava felice con la manina. Avrebbe fermato lei l’energumeno della security pronto ad abbattermi “Stop! Stop! She’s sooo coool!” e via con l’happy ending.
Invece E, l’amore funziona come un mobile dell’Ikea che monti da sola, in una domenica di pioggia. Le istruzioni sono in svedese e ognuna di noi fa il possibile.
Prima di tutto facciamo un po' di chiarezza: tormentato è una cosa, KANE è un’altra. L’introspettivo "ego rivolto" non è il massimo, per carità ma a molte piace, sta lì con il suo polso sulla fronte riverso sul divano in pose meditabonde a pensare al plancton e c’è chi ama il genere.
Il KANE (da non confondersi con il migliore amico dell’uomo che è adorabile, fedele, nobile ed è la cosa migliore che possa capitare a tutti noi) è quello che ti fa le corna, pratica il poliamory senza che tu sia consenziente o tantomeno informata della cosa, ti usa come infermiera/badante/locandiera/carta di credito.
Ora che ti ho chiarito la differenza abbiamo fatto il primo passo.
Un secondo step fallo pensando a Candy.
Sì lei, quella con le gambe a tubo.
Eri una da Terence. Non ho dubbi. Cofana di capelli improbabilissimi, ribelle, simil-sensibile, la trattava malissimo ma poi la guardava con gli occhi da Manga.
Quelle a cui piaceva Anthony sono tutte al terzo figlio sposate con uno che ha le polo color pastello e il ciuffo fatto con il righello.
Quelle da Albert scrivono la posta del cuore e sono come i Panda.
Si. Io amavo Albert, lo zio William.
Insomma E, nel cuore c’è spazio per la giusta quantità di tormento, non sei una da Anthony, ma trovati un Terence di qualità.
NO KANI.
Forza!

Foto © Marzky Ragsac Jr. - Fotolia.com

Hai una domanda per Emme? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Maya risponde...

SEGUICI