Chi paga il conto al ristorante?

Molte delle relazioni di Antonio si sono concluse, o non sono neanche iniziate, perché le donne che frequentava non desideravano che fosse lui a pagare il conto quando si usciva insieme. Non riuscendo a darsi una risposta, ha chiesto un parere tutto al femminile.

Cara Maya,

mi chiamo Antonio, 35 anni, lavoratore, single. Non sono single per scelta, sono alla ricerca di una persona con la quale poter condividere la mia vita, ma finora le mie relazioni non sono andate granché bene e sono terminate più o meno tutte nel giro di un paio d’anni.

Non ti scrivo per lagnarmi delle mie sventure sentimentali, ma per sottoporre all’attenzione di una donna un tema che mi sta molto a cuore: perché voi donne non volete che lui paghi quando si esce insieme?

Ora io capisco davvero tutto: la modernità, l’emancipazione, il femminismo, il cambiamento e il bisogno di superare certe convenzioni sociali, forse un po’ arretrate e senza senso.
Ma se un uomo ha il piacere di pagare, e non solo la prima volta, qual è il problema? Non riesco a capirlo e non ti nascondo che questo punto mi ha fatto litigare con non poche donne e ha distrutto alcuni rapporti sul nascere.

Antonio

Ciao Antonio,

ho affrontato questo argomento con tante altre donne finora e queste sono le risposte che, a grandi linee, ognuna di loro mi ha dato. 

Prima: “Se gli permetto di offrire al primo appuntamento, poi lui pensa che ci sto e che gli sto dando il via libera per portarmi a letto, la prima sera. Ma anche no”.
Seconda: “Io lavoro e guadagno più di lui. Perché mai dovrebbe essere lui a offrirmi la cena e non darmi la possibilità di dividere?”.
Terza: “Se non offre lui al primo appuntamento, di certo non gliela do”.
Quarta: “E poi lui, al primo appuntamento, mi chiede di fare alla romana. Ma dove siamo arrivati? Dove sono finiti gli uomini veri?”.

Ce ne sarebbero tante altre di risposte che si potrebbero ricevere su questo argomento. E finiremmo di certo all’annosa e rinomata questione dell’uovo e della gallina. Per questo mi sento di non poter essere la portavoce di tutte le donne del mondo, ma di poterti dare una risposta molto personale, elaborata nel tempo e con uno stipendio dalla mia.

Sì, è vero che quando lavoriamo un po’ ci sentiamo offese quando lui si impone di pagare sempre. Ma non perché questo gesto ci impedisca di vincere la battaglia per la parità e abbattere le discriminazioni di genere in modo definitivo. Il punto è che abbiamo lottato e sgomitato parecchio per arrivare alla nostra indipendenza economica, a quel sogno lavorativo che ci fa sentire appagate e ci fa trovare un po’ di senso nel mondo. Scusa se, per noi, non è così poco!

Poi, però, lo confesso: quando un uomo mi piace veramente, se decide di pagare al primo appuntamento, nonostante io abbia scelto la bottiglia più cara sul menu, un po’ mi fa piacere. Non perché penso che si aspetti necessariamente qualcosa da me. Ma perché ha scelto di farlo, e ha scelto di farlo con me. Certo, dalla seconda uscita insisterò per fare a metà o per pagare una volta ciascuno. Ma se si arriva alla seconda uscita, vuol dire che se l’è meritata ;)

Maya
 

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto: rido-123.RF

Maya risponde...

SEGUICI