«Sono scampata a un matrimonio combinato. E ora ho paura di innamorarmi»

Maria ha una storia particolare alle spalle, una storia di paure ma soprattutto di coraggio e forza. L'amore ha bussato alla sua porta, ma le ombre del passato rendono tutto più difficile.

Ciao Maya,

ti scrivo con un nome inventato, che è quello che mi sarebbe piaciuto avere se fossi nata in Italia. Mi chiamo Maria e sono nata in India. La mia famiglia si è trasferita in Italia quando andavo alle scuole elementari. Per me è cambiato tutto, ma nella pratica non è cambiato niente. L’ombra del matrimonio combinato con uno sconosciuto era sempre sulle mie spalle, minacciosa, pesante, mostruosa.

Non racconterò tutte le vicende che mi hanno permesso di rinascere, ma alla fine è successo. Sono stata fortunata: la maggior parte delle mie coetanee con una storia simile alla mia alla fine hanno sposato una persona che non avevano mai visto prima e il resto non riesco neanche a immaginarlo.

Ti scrivo perché mi piace un ragazzo, per la prima volta nella mia vita. Ho 20 anni e mi vergogno anche a scriverlo: non so come si fa a fargli capire quello che provo per lui. Non so cosa proverà il mio cuore se per caso non dovesse ricambiare i miei sentimenti. Non so se posso andare bene per lui, che è un ragazzo che una storia normale, con tutte le mie paure e i demoni del mio passato che mi stanno sempre alle costole.

Ho tanta paura delle conseguenze di ciò che sento, ma al contempo ho bisogno di innamorarmi. Di vivere il sogno che ho rischiato di perdere per sempre…

Maria… ormai qui tutti mi chiamano così :)

Dolcissima Maria,

spero che un giorno avrai la forza e la possibilità di poter cambiare nome, se lo desideri. Non per rinnegare il passato, non per occidentalizzarti perdendo il legame con le tue origini. Ma perché lo desideri tu. E se ti senti Maria non c’è davvero più motivo per dire in giro che non è il tuo vero nome.

Nelle tue parole leggo tutta la tenacia di una donna che, nonostante i suoi 20 anni, è diventata grande in fretta. Che ha lottato, che ci ha creduto, che non ha mai smesso di credere che la vita non è quello che ci capita e che si può trovare sempre un modo per cambiare la realtà. Anche se è difficile e doloroso…

I segni delle tue cicatrici sono i tuoi amuleti contro la sfiga, il male e tutti i fantasmi che cercheranno in futuro di tornare a prenderti. Ma il futuro lo decidi tu. Che scegli dove poggiare i tuoi piedi, riuscendo a stare in equilibrio, anche se ancora senti gravare un carico pesantissimo su di te…

Ma veniamo alla parte più bella: alla fine l’amore ha bussato alla tua porta. Con quel suo modo di fare un po’ burbero - ci fosse una volta che provasse ad avvisarci, quel maleducato - ma al quale è praticamente impossibile dire “No, non ti faccio entrare”.

Il consiglio che voglio darti è questo, Maria: abbandonati all'istinto. Impedisci alla tue paure di diventare un ostacolo a ciò che provi. Vivi le tue emozioni, dichiarati apertamente. Sarà un vortice di gioia vedere i tuoi sentimenti materializzarsi dopo che li avrai invitati a farsi avanti. E sarà ancora più incredibile se i vostri cuori inizieranno a pulsare all’unisono. E se ciò non dovesse accadere, non ne uscirai sconfitta. Sarai ancora più forte, ancora più guerriera, ancora più vincente.

Adesso che il sogno è a portata di mano, stringilo forte e non lasciarlo andare, Maria. E sai perché? Dalle tue parole, mi sembri la persona più normale che conosco. Prenditi l’amore che meriti e trasforma il sogno in realtà.

Ti abbraccio forte,
Maya

 

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto: Aleksandr Davydov - 123.RF

Maya risponde...

SEGUICI