• Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!


  • Apri TV

titolo

  • Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    3011
    39xt21m
    Ricette vegane: plumcake alle mandorle, cacao e pere
    cucina-e-ricette

    Un dolce estremamente goloso, perfetto per colazione o per merenda: ecco la ricetta vegana dei plumcake alle mandorle, cacao e pere.

     

  • Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    3006
    vfwv21f
    Ricette vegane: falafel con hummus di barbabietola
    cucina-e-ricette

    Una ricetta vegana di origine mediorientale ma molto amata e diffusa anche in Occidente: ecco come preparare i falafel con una colorata variante della tradizionale salsa di ceci.

  • Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    3012
    s0ga21l
    Ricette vegane: polpettine di lenticchie al sugo
    cucina-e-ricette

    Profumate, saporite, invitanti: le polpettine di lenticchie al sugo sono un piatto vegan che vale decisamente la pena provare. Ecco come prepararle!

A volte ritornano

Tornare a frequentare a cuor leggero l'ex che ci ha spezzato il cuore e... temere di farlo soffrire. Ebbene sì: in amore può capitare anche questo.

Cara Maya,

sono una ragazza di 25 anni e ultimamente sto rivedendo un mio ex. La nostra storia era finita maluccio, perché lui mi aveva mollato da un momento all’altro e io avevo sofferto moltissimo. Dirai: tutto è bene quel che finisce bene. E invece no: sono passati due anni da allora e io non provo più nulla per lui. In pratica lo sto frequentando solo per divertirmi un po’ perché l’attrazione è ancora viva e di lui mi fido molto. Il problema è che non so se anche per lui io sono un dolce passatempo oppure qualcosa di più. O meglio, lui dice ripetutamente che non vuole in alcun modo legarsi, che non vuole impegni né pensieri, ma ha con me atteggiamenti ambigui che mi lasciano parecchio perplessa (mi porta dai suoi amici, mi accarezza la mano davanti a loro, mi guarda in modo strano, ricorda nei dettagli tante cose del passato che io avevo rimosso).
Io continuerei a frequentarlo volentieri finché mi va, ma non sono sicura di fare la cosa giusta. E se poi dovesse iniziare a chiedere di più e dovesse prendersela o soffrire al mio no?

M.

Cara M.,

da bambini ci insegnano (e difficilmente ce lo togliamo dalla testa) che le note sono sette. Crescendo impariamo da soli che con così pochi elementi si possono creare infinite melodie. Combinazioni mai sentite prima, più belle, più orecchiabili, di quelle che lasciano il segno e non sono il tormentone estivo che ci fa ballare tutta l’estate, ma viene subito sostituito dalla prima hit dell’autunno.

Faccio questa premessa non perché ho iniziato un nuovo corso di chitarra e mi sento ispirata, ma per dirti che se hai scelto di tornare a suonare lo strumento che conoscevi bene, vuol dire che hai voglia di sentire ancora quella musica. Perché nonostante il tempo e una strofa non troppo felice, quel ritornello non ti ha stancata come con quelle canzoni che mandano sempre in radio e non hai più voglia di ascoltare.

Adesso conosci bene lo spartito: sai che ci sono dei tasti dolenti nella partizione dato che, da quello che mi scrivi, lui non si è comportato granché bene con te. Proprio per questo ti chiedo: hai solo voglia di un altro giro insieme sulla giostra? L’equipaggiamento per non farti più male insieme a lui ce lo hai già, il tuo cuore ha le cinture di sicurezza. Non ti stai andando a schiantare e, se così fosse, gli air-bag li hai già collaudati la prima volta, quella in cui ti sei fatta male. Questa volta non accadrà perché sei tu alla guida, non sei un semplice passeggero.

L’espressione “fare la cosa giusta” è così relativa che non ha neanche senso porti questa domanda. Se hai scelto di rimangiare la minestra riscaldata (conosci il detto, no?) che ti aveva fatto venire l’indigestione qualche tempo fa, vuol dire che in questo momento, per te, è la cosa giusta. Se tra di voi c’è attrazione, ma lui dovesse scambiare il divertimento per qualcosa di più serio, tu non ne hai nessuna colpa. Siete due persone adulte (perché a 25 anni l’adolescenza è finita da un po’!) che si sono ritrovate come due magneti e non sono riusciti a stare lontani. Se lui vuole essere colla, non ti fare problemi a spiegargli che con te non attacca più. C’è bisogno di qualcosa di più resistente, come il cemento armato, ma al momento tu cerchi solo un hobby, non un muto ventennale da pagare in due.

Se sei stata chiara su questo punto, divertiti e non pensare a nient’altro. Se pensi non abbia capito, forse faresti meglio a fargli il famoso “discorsetto” che di solito fanno gli uomini che non si vogliono impegnare. Altrimenti, potresti ritrovarti prossimamente davanti a un anello d’oro nel tentativo di contenere una fragorosa risata.

Fammi sapere come andrà… e buon divertimento! ;)

Tua Maya

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto: marchsirawit / 123RF Archivio Fotografico

Maya risponde...

SEGUICI