Le seconde occasioni possono essere migliori delle prime

A volte la vita ci travolge e ci fa perdere le priorità. Questo è quello che è accaduto a Roberto che a causa di cambiamenti in campo lavorativo, nervosismi e preoccupazioni ha messo in secondo piano la sua relazione, finendo così per perdere la sua compagna. I suoi sentimenti, però, sono più vivi che mai. E se le chiedesse di riprovarci?

Ciao,
sono Roberto ed ho bisogno di un consiglio.

Vorrei raccontare la mia storia in breve: ho avuto una relazione di 2 anni e mezzo, terminata poco più di un mese fa. Il nostro primo anno è stato fantastico. Poi ci sono stati dei cambiamenti da parte mia, non nei sentimenti bensì nelle situazioni esterne.

Ho un passato abbastanza duro, avendo perso mia madre mi ritrovo a vivere solo con mio padre (anziano ma ancora pieno di forze caratteriali) con il quale non nutro una piacevole sintonia. Tra l’altro ho un lavoro che condivido proprio con lui.

Ritornando ad un annetto fa, il cambiamento sostanziale è avvenuto nel campo lavorativo. Dopo aver fatto un trasferimento della mia attività da un paese ad un altro ho vissuto questo anno con tanti nervosismi e preoccupazioni poiché oltre al sostanzioso investimento, oltre alle continue pressioni di mio padre, oltre al periodo del covid, la mia attività non rendeva.

Questa situazione ha creato in me tante preoccupazioni, tanto da tralasciare un rapporto con la mia compagna. Ma le intenzioni erano sempre quelle man mano maturate, ossia quello di voler prendere possesso e far partire la mia attività per “liberarmi” di mio padre e costruire un futuro con lei. A tal punto che circa due mesi fa, lei parla con i suoi per renderli partecipi di voler andare a convivere con me.

Esattamente un mese dopo, io nervoso, lei spazientita, abbiamo avuto un litigio futile che ha portato ad un distacco di 10 giorni senza avere traccia l’uno dell’altro. Dopo qualche messaggio, ancora pieno di orgoglio, ci vediamo e lei decide di non voler più continuare questa relazione.

Le sue parole sono state: ho bisogno di me, di riprendermi, mi hai trascurato per 10 mesi, ho avuto paura di non essere importante per te, risolvi la tua vita, io riprendo la mia. Se il destino vuole, se i sentimenti non saranno andati del tutto, avremo modo di risentirci.

Ho cercato di spiegare e di scusarmi perché poi ho avuto modo di riflettere su quello che ha detto, ma sembra quasi tutto inutile. Lei non è orgogliosa, e mi ha amato davvero senza se e senza ma. Ora che ho capito, anche se tardi, ho bisogno di dimostrarle che i miei sentimenti sono più vivi che mai, e che non commetterò i miei errori una seconda volta.

Non so cosa fare, non so se cercarla, se fare qualcosa o se lasciare che sia lei a sentire il bisogno di me.

Grazie

Caro Roberto,

c’è una frase di Albert Einstein che vorrei tanto condividere con te: “Il valore di un uomo dovrebbe essere misurato in base a quanto dà e non in base a quanto è in grado di ricevere”.

Fallo diventare il tuo mantra per rimettere insieme i pezzi che sono crollati, un po’ per noncuranza, un po’ perché la vita a volte ci travolge e ci fa perdere le priorità. Non aspettare che sia lei a cercarti, lotta per ciò che ami e riprenditi ciò che vuoi.

Il destino a volte ha bisogno di essere disturbato e sai cosa penso in realtà? Che se non siamo in grado di crearlo noi stessi, con le nostre azioni, le nostre ambizioni e i nostri desideri, non possiamo aspettarci che sia davvero lui a venirci a cercare per darci ciò che vogliamo.

Sai qual è il modo migliore per dimostrare a qualcuno che ci tieni? Esserci, a prescindere dalle sue parole. Le persone si feriscono continuamente, ma i cuori sono comunque in grado di ricucirsi. Con dedizione, costanza, fiducia reciproca.

Non lasciarle costruire altri ponti di silenzio: cerca di farle capire che le seconde occasioni possono essere migliori delle prime. Altrimenti, come si suol dire, non avrebbero mai messo le gomme sulle matite, non trovi anche tu?

Spero che riuscirete a ritrovarvi e a realizzare un progetto più bello insieme.

Ti abbraccio,
Maya

Hai una domanda per Maya? Scrivi a postadelcuore@deabyday.tv

Foto: Aekkasit Rakrodjit - 123.RF

Maya risponde...

SEGUICI