5 cibi che aiutano a mantenere l'abbronzatura

Classifica Classifica

Far durare nel tempo l’abbronzatura è possibile. Ecco i 5 cibi da portare in tavola per mantenere il colorito ambrato a lungo.  

Utilizzare abitualmente creme solari e prodotti doposole aiuta ad ottenere un’abbronzatura dorata e uniforme, contribuendo a farla durare più a lungo nel tempo. Inoltre, anche l’alimentazione gioca un ruolo centrale in tal senso.

Portare in tavola cibi ricchi di vitamine, C, A ed E e di antiossidanti è un’ottima abitudine per mantenere un colorito più luminoso anche dopo essere rientrati dalle vacanze. La vitamina A, infatti, stimola la sintesi della melanina, la C contribuisce alla formazione del collagene e la E ha spiccate proprietà anti-ossidanti.

Gli alimenti ricchi di melanina, quindi, sono quelli tipici della dieta estiva che nutrono e dissetano la pelle, apportando vitamine e fibre preziose. Ma quali sono, dunque, i cibi per favorire l’abbronzatura? Ecco alcuni preziosi suggerimenti per un’abbronzatura perfetta.

5. Carote

Carote

Questi ortaggi appartengono alla famiglia delle Apiaceadae e possono essere assunti sia crudi che cotti. Hanno un elevato contenuto di betacarotene e sono dei potenti antiossidanti naturali, nonché preziosa fonte naturale di vitamina A.

Un’accortezza aggiuntiva è quella di mangiare le carote al vapore condite con un filo olio extravergine di oliva, così da favorire la solubilizzazione e l’assorbimento di tale sostanza.

4. Albicocche

Albicocche

Le albicocche (ma anche le pesche e il mango) favoriscono l’abbronzatura e permettono di mantenere un colorito dorato a lungo. Tanto da poter essere considerati dei veri e propri integratori naturali ricchi di betacarotene e licopene.

Ottime come spuntino, si possono gustare crude, frullate o anche insieme ad altri frutti o abbinate allo yogurt.

3. Semi oleosi

Semi oleosi

I semi oleosi sono ricchi di vitamina E e aiutano a contrastare naturalmente i radicali liberi, rendendo al tempo stesso la pelle luminosa, morbida ed elastica. Via libera a noci, mandorle e sesamo e a tutti gli alimenti ricchi di acidi grassi sebosimili.

I semi oleosi possono essere consumati come spezzafame, ma anche aggiunti allo yogurt, al latte, al pudding o al gelato.

2. Peperoni e Pomodoro

Pomodoro

Il pomodoro è un alimento dalle elevate proprietà antiossidanti, protegge l’organismo dalle radiazioni solari e dai raggi ultravioletti, mantenendo l’abbronzatura dorata più a lungo. Inoltre, contiene licopene, è disintossicante e aiuta a prevenire l’invecchiamento cutaneo.

I peperoni sono ortaggi ricchissimi di vitamina A, C, sali minerali e carotenoidi e sono indicati per stimolare la produzione di melanina. Ottimi nelle insalate, possono essere consumati anche grigliati o cotti al forno. Inoltre, sono un prezioso alleato naturale per evitare la disidratazione cutanea provocata da una prolungata esposizione solare.

1. Frutti di bosco

Frutti di bosco

I frutti di bosco sono ricchissimi di vitamine, antiossidanti e betacarotene. Proteggono i tessuti, incrementando la produzione di melanina e aiutano a mantenere la pelle giovane e fresca.

Ma non è tutto: fragole, lamponi, ribes e mirtilli, infatti, apportano anche tannini e acido silicico. E per questo favoriscono il microcircolo e la formazione del collagene, proteina del tessuto connettivo che rende l’epidermide tonica.

Salute e benessere
SEGUICI