Alimentazione

Avena, cereale di salute: dai benefici a come consumarla

L'avena è un cerale ricco di fibre: aiuta a regolare i livelli di colesterolo ed è utile se si soffre di nervosismo, stanchezza e insonnia.
 

L'avena è un cerale ricco di fibre: aiuta a regolare i livelli di colesterolo ed è utile se si soffre di nervosismo, stanchezza e insonnia.
 

L’avena (Avena sativa) è una pianta erbacea da cui si ricava un cereale ricco di proprietà benefiche per l’organismo. Può essere gustata sotto forma di fiocchi, chicci o al naturale, senza contare che in commercio è disponibile anche il latte d’avena. Utilizzata tradizionalmente come mangime per gli animali, negli ultimi anni è stata riscoperta e valorizzata, diventando uno dei cereali “amici” della salute che viene portato in tavola abitualmente dagli italiani.

I benefici dell'avena  

L’indice glicemico dell’avena è basso. Questo alimento è una fonte di fibre e di carboidrati a lenta digestione, rilascia energia e tendenzialmente viene ben tollerata anche da chi soffre di celiachia. È un vero toccasana per la salute: favorisce il corretto funzionamento dell’intestino, aiuta la digestione e riduce il colesterolo “cattivo”. Inoltre, contiene dei composti fenolici azotati (gli avenantramidi) che inibiscono la proliferazione delle cellule tumorali.

Ma non è tutto: i fiocchi di avena sono utili contro la fame nervosa e la stipsi. Senza contare che questo cereale è importante per la sintesi proteica ed è ricco di lisina, acidi grassi essenziali e fibre solubili.  Inoltre, l’avena è consigliata per dimagrire, ma anche in caso di depressione, nervosismo, insonnia ed esaurimento fisico o mentale.

Le proprietà nutrizionali

Per quel che concerne i valori nutrizionali, 100 g di avena contengono 389 kcal, carboidrati (66,27 g), grassi (6.90 g), proteine (16.89 g) e fibre (10.6 g). Inoltre, questo cereale apporta anche magnesio (177 mg), fosforo (523 mg), manganese (4,9 mg) e ferro (4,7 mg).

Mangiare avena fa ingrassare o dimagrire?  

L’avena possiede un grande potere nutritivo e, assunta nelle giuste quantità, permette di perdere peso, mantenendo sotto controllo il colesterolo e la pressione arteriosa. Inoltre, migliora il transito intestinale e regolarizza i livelli di zucchero nel sangue, limitando gli attacchi di fame nervosa. Senza contare che le proteine dell’avena permettono di mantenere più a lungo il senso di sazietà.

Come e quando mangiare l'avena 

Come e quando mangiare l'avena

Foto: Dima Sobko-123RF

Il momento migliore per consumare questo cereale è a colazione, così il corpo può fare un pieno di nutrienti e di energia per affrontare al meglio l’attività quotidiana. L'avena può essere assunta cruda, cotta o anche in liquido. È un ingrediente ottimale per preparare pancakes, creme e crêpes, ma può essere aggiunta anche al muesli, allo yogurt o al frullato. 

Avena a colazione 

Per variare la routine a colazione si può optare per un porridge, magari mescolando anche altri cereali. Via libera anche all’abbinamento con miele e frutta (fresca o secca), così come alla preparazione di sfiziosi budini. In alternativa, si può portare in tavola una torta o delle frittelle a base di farina di avena, oppure provare qualche ricetta che preveda delle tortillas.

Pasta di avena 

Con la farina di avena si può preparare anche la pasta. Questo prodotto non presenta particolari controindicazioni e può essere consumato da adulti e bambini, dalle donne in gravidanza, da vegetariani e (con moderazione) anche da persone celiache. Tuttavia, è bene prestare particolare attenzione se si soffre di allergia al nichel perché la pasta potrebbe contenere alcune tracce di questo elemento chimico.

Farina di avena per pane, torte e biscotti 

La semplice macinatura dei suoi semi dà origine alla farina di avena che viene abitualmente utilizzata per la panificazione o per la preparazione di dolci. Particolarmente diffuso nei Paesi nordici e in Inghilterra, questo prodotto è molto concentrato dal punto di vista energetico, ma anche maggiormente calorico rispetto alla farina che proviene dal frumento.

Avena e bellezza: un aiuto per pelle e capelli 

Benefici dell'avena per pelle e capelli

Foto: Jelena Irikova-123RF

L’avena è un vero toccasana per la salute di pelle: aiuta nel trattamento dell’acne ed è indicata anche per chi soffre di cute secca e pruriginosa. Idrata ed illumina, agisce come detergente naturale e protegge il viso da inquinanti e sostanze chimiche aggressive.

Inoltre, è benefica anche per i capelli: contiene dei nutrienti che li rendono più forti, brillanti e setosi e migliora al tempo stesso anche la salute del cuoio capelluto. Infine, è utile nel trattare la forfora e nel contrastare la caduta e la perdita.

Foto apertura: ferumov-123RF