special

SOS pancia gonfia: i rimedi

La pancia gonfia è un problema che affligge molte persone. Le cause possono essere svariate: dalla cattiva alimentazione, all'ingestione di aria durante i pasti fino al rilassamento per i muscoli addominali. Scopri come combattere il problema!

Vai allo speciale
Cura

Come sgonfiare la pancia con lo yogurt

Se l'intestino non funziona regolarmente anche l'umore ne risente e la pancia si gonfia. Ecco come ritrovare il benessere grazie alle proprietá dello yogurt.

Se l'intestino non funziona regolarmente anche l'umore ne risente e la pancia si gonfia. Ecco come ritrovare il benessere grazie alle proprietá dello yogurt.

 Grazie all’alto contenuto di fermenti lattici, lo yogurt e i prodotti probiotici sono molto utili per l’equilibrio della flora intestinale e per contrastare pancia gonfia e stitichezza.

Ecco come sgonfiare la pancia con lo yogurt

Lo yogurt è un ottimo alimento riequilibrante: i fermenti probiotici (Bifidobacterium BB-12 e Lactobacillus acidophilus) resistono ai sali della bile e sopravvivono all’acidità dei succhi gastrici e alla temperatura interna del corpo. Si riproducono con facilità fino a riequilibrare la flora batterica.

Inoltre lo yogurt è una buona fonte di calcio e di proteine facilmente assimilabili perché predigerite

  • La dose giornaliera di yogurt consigliata dai nutrizionisti è di circa 200-250 grammi (due vasetti)
  • Lo yogurt fatto in casa ha valori nutrizionali maggiori rispetto a quello confezionato perché contiene fermenti “giovani” che, se viene ben conservato, rimangono vivi e vitali
  • Lo yogurt dovrebbe essere consumato lontano dai pasti, perché molti lactobacilli potrebbero essere uccisi dai succhi gastrici nello stomaco, che aumentano durante il pasto
  • Per favorire l’efficienza dei batteri lattici sarebbe meglio accompagnare lo yogurt con un bicchiere d’acqua con una punta di bicarbonato

Per capire se uno yogurt è di buona qualità basta leggere attentamente le etichette nutrizionali:

  • E’ importante la data di scadenza: meglio scegliere un prodotto che riporta il giorno più lontano da quello di acquisto perché i lattobacilli perdono vitalità se restano a lungo nel vasetto
  • E' meglio preferire uno yogurt che contiene più specie di lattobacilli, con una concentrazione di un miliardo di cellule vive e vitali

Attenzione però alla linea! Leggere la lista degli ingredienti permette di non esagerare con i grassi: negli yogurt, infatti, la loro percentuale dipende dal tipo di latte usato e dall’eventuale aggiunta di panna.

Foto © luigi giordano - Fotolia.com