Come mangiare durante l'allattamento

Guida Guida

Durante l'allattamento è importante prestare attenzione alla propria dieta perchè influisce sulla salute del bambino

Durante l'allattamento è importante prestare attenzione alla propria dieta perchè influisce sulla salute del bambino
Ti potrebbero interessare

Durante l’allattamento una donna ha bisogno di mangiare di più. Occorrono più calorie al giorno (tra le 450 e le 560 in più) facendo attenzione a introdurre nella dieta alcuni nutrienti indispensabili per la crescita del neonato. Bisogna, inoltre, evitare alcuni alimenti a causa di sostanze dannose o fastidiose per il piccolo.


Ecco alcuni consigli su come mangiare durante l’allattamento

 

  • Il latte materno è ormai risaputo che apporta notevoli benefici al bambino perché soddisfa tutti i fabbisogni nutrizionali dei primi mesi, rinforza le difese immunitarie prevenendo infezioni e protegge il neonato dall’insorgenza di allergie e intolleranze alimentari
  • Il bambino deve nutrirsi esclusivamente di latte materno per i primi sei mesi di vita e subito dopo inizia lo svezzamento
  • Molte donne però non possono garantire abbastanza latte per tutto questo periodo. Sarà quindi opportuno rivolgersi al pediatra e solo in seguito ai suoi consigli integrare l'alimentazione del bimbo con prodotti specifici (latti in polvere) da integrare o sostituire al latte della madre, fino allo svezzamento
  • Acqua. Il latte è composto principalmente da acqua e per produrne abbastanza è fondamentale berne molta. Leggete come bere più acqua, l’alleata della salute. Oltre all’acqua, si possono bere succhi ma anche minestre o consumare molta frutta e verdura
  • Calcio. Il latte è ricco di calcio e se quello che mangia la mamma non è tanto quanto ne riversa nel latte, l’organismo attinge alle sue riserve, cioè dalle ossa. Una dieta povera di calcio espone la mamma a un maggior rischio di osteoporosi dopo l’inizio della menopausa. E’ importante quindi, per la donna che allatta, consumare ogni giorno almeno una tazza abbondante di latte o un vasetto di yogurt
  • Un’alimentazione varia garantisce tutti i nutrienti di cui ha bisogno il bambino: proteine, minerali e vitamine. E’ importante mangiare alimenti come pesce, carne, legumi e frutta e ortaggi, specie a foglia verde scuro e color arancio. Si consiglia di condire gli alimenti con olio extravergine di oliva che è il miglior condimento, utile anche per un migliore sviluppo del cervello del bambino
  • Durante la gravidanza prima e l’allattamento poi, è bene evitare di bere alcolici; va ridotto il consumo di bevande con eccitanti come caffè, tè, cacao o cola perché possono avere ripercussioni sull’umore del bimbo
  • Da evitare sono anche gli alimenti che contengono sostanze che possono dare reazioni pseudo-allergiche nel lattante come i formaggi fermentati, i crostacei, le fragole, i molluschi, le albicocche e le ciliegie
  • Leggete anche come allattare al seno

Fonte: INRAN (Istituto nazionale di ricerca per gli alimenti e la nutrizione)

Foto © Alexander Raths - Fotolia.com

Anche le spezie e alcuni cibi come asparagi, aglio, cipolle e cavoli possono dare al latte un sapore sgradevole. Meglio evitarli.

Salute e benessere
SEGUICI