Come depurarsi quando si soffre di incontinenza: i consigli dell'esperta

Guida Guida

L'incontinenza può rendere difficile seguire le regole di uno stile di vita per depurarsi. Scopri i consigli dell'esperta per riuscirci!

L'incontinenza è un problema comune a molte donne.

A soffrirne prima della menopausa è 1 donna su 4 e con la fine della vita fertile il problema diventa ancora più frequente, arrivando a interessare 2 donne su 5.

Il disturbo, già di per sé spiacevole, può diventarlo ancora di più quando l'obiettivo è depurarsi, ad esempio dopo un periodo di bagordi alimentari.

Le perdite urinarie possono influenzare alcune delle principali regole da seguire quando ci si vuole depurare

Bere molta acqua, ad esempio, può creare un disagio non indifferente a chi ha a che fare con l'incontinenza.

In modo analogo l'attività fisica, alleata di uno stile di vita mirato alla depurazione, può aumentare il rischio di perdite inaspettate.

A consigliare come affrontare la situazione è Debora Marchiori, specialista bolognese della Società Italiana di Uro-Oncologia.

Ecco il suo decalogo per riuscire a depurarsi anche quando si soffre di incontinenza.

  1. Bevi almeno 1 litro e ½ di acqua al giorno, consumandone piccole quantità durante tutta la giornata ed evitando bevande troppo calde o troppo fredde. In questo modo si riduce lo stress cui è sottoposta la vescica.
  2. Mangia mirtilli e frutta ricchi di vitamina C, come arance, kiwi e ananas. I primi esercitano un'azione antinfiammatoria, mentre la vitamina C acidifica le urine, rendendo l'ambiente sfavorevole alla proliferazione di batteri che possono scatenare infezioni.
  3. Affidati allo yogurt e ad altri alimenti contenenti fermenti lattici. Promuovendo la buona salute della flora batterica intestinale e regolarizzano il transito delle feci riducono il rischio di coliti spesso responsabili di infezioni delle vie urinarie.
  4. Fai scorta di vitamina D, ad esempio mangiando latte, formaggi, tuorlo d'uovo, gamberetti, aringhe, merluzzo e salmone. In questo modo proteggerai il tono dello sfintere uretrale, diminuendo il rischio di iperattività vescicale e di incontinenza da sforzo.
  5. Assumi cibi ad alto contenuto di fibre: favoriscono la regolarità intestinale.
  6. Non trascurare mai l'attività fisica, ma preferisci esercizi che non pesino troppo sui muscoli dell'addome. Fai anche della ginnastica perineale: aiuta a rafforzare la muscolatura del pavimento pelvico.
  7. Evita l’assunzione di alcol: promuove l’iperattività della vescica.
  8. Evita tè e caffè: sono eccitanti anche per la vescica.
  9. Limita il consumo di sale: il sodio promuove la diuresi.
  10. Riduci gli sforzi che aumentano la pressione sul pavimento pelvico, ad esempio quelli associati all'aerobica o allo step. Meglio tenere questi tipi di esercizio per la fine dell'allenamento, in modo da poter far fronte più facilmente ad eventuali perdite.

Foto © Brigitte Bonaposta - Fotolia.com 

Una ginnastica per prevenire e per curare

La ginnastica che permette di allenare il pavimento pelvico è ideale sia per prevenire che per gestire i problemi di incontinenza che possono insorgere durante l'invecchiamento, ad esempio a causa di un prolasso dell'utero. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI