Narcisismo patologico: tutto quello che c'è da sapere

Guida Guida

Il narcisismo patologico è un disturbo della personalità che colpisce principalmente gli uomini. Ecco come riconoscerne i sintomi e i comportamenti. 

La persona affetta dal disturbo narcisistico di personalità (o narcisismo patologico) tende a creare una sorta di rappresentazione idealizzata di se stesso, respingendo al tempo stesso qualsiasi immagine negativa di sé che proietta, quindi, sugli altri.

Le stime indicano che questo disturbo colpisca circa dal 2% al 16% della popolazione clinica e che oltre la metà degli individui a cui è stato diagnosticato sia di sesso maschile.

Sintomi del narcisismo patologico

Il narcisista ha bisogno di continue conferme esterne che facciano da “specchio” alla sua immagine di grandiosità. Necessità, quindi, di costante ammirazione, ma al tempo stesso manca completamente di empatia.

All’inizio di una relazione tende a far vedere all’altra persona il meglio di sé, risultando un abile seduttore (o un'abile seduttrice nel caso del narcisismo patologico femminile). Tuttavia, questa situazione è un’alterazione della realtà che tende a svanire in breve tempo.

Il narcisista patologico, infatti, promette molto più di quello che è in grado di mantenere, si presenta imprevedibile e sfuggente e soprattutto sicuro di sé, privo di dubbi ed insicurezze perché ha una visione grandiosa di se stesso.

Le possibili cause del disturbo narcisistico di personalità

Molto spesso questo disturbo ha radici profonde che affondano nel rapporto che la persona narcisista ha con i propri genitori. Se fin da piccola, infatti, una persona con questa tendenza si è sentita privata di cure e attenzioni, in età adulta può sviluppare la propensione ad organizzare la propria vita facendo a meno dell’amore degli altri.

Un atteggiamento di questo tipo la porta, quindi, a ricercare l’autosufficienza assoluta, assumendo atteggiamenti di distacco, manipolazione e superiorità non sapendo riconoscere ed esprimere correttamente i propri bisogni.

seduttore

Foto: Chayanin Wongpracha

Come riconoscere un narcisista patologico

Un narcisista patologico è splendido solo all’apparenza. Concretamente, infatti, rifugge da un’intimità reale e tende a sminuire il partner con atteggiamenti svalutanti e costantemente critici nei suoi confronti.

Quest’ultimo, quindi, tende a ritrovarsi gradualmente isolato perché il narcisista patologico spinge per fargli terra bruciata intorno, esercitando una forma di controllo su di lui sempre più pressante.

Di fatto, però, chi è affetto da un disturbo narcisistico della personalità è a sua volta una persona affettivamente dipendente. Tramite la propria autoreferenzialità assoluta, infatti, cerca inconsciamente di proteggersi dalla paura di essere abbandonato e di perdere l’altro.

Narcisismo patologico: si può guarire?

Per guarire da questo disturbo ci si deve affidare ad un trattamento psicoterapeutico che talvolta può essere associato anche ad un’eventuale terapia farmacologica.

Tuttavia, la persona narcisista patologica spesso fatica a riconoscere di avere un problema, non ne individua le cause e si rivolge ad uno specialista solo nel momento in cui sviluppa uno stato depressivo difficile da controllare, spesso scaturito dalla consapevolezza che esiste una discrepanza tra le aspettative idealizzate e la realtà.

Foto d'apertura: Ersler Dmitry

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI