Cosa sono le endorfine? Produrle naturalmente per star bene

Guida Guida

Le endorfine sono sostanze chimiche prodotte dal cervello che donano serenità e benessere all’organismo. Possono essere prodotte in molti modi, ad esempio curando l’alimentazione, ridendo o praticando attività fisica.

Le endorfine sono sostanze chimiche prodotte dal cervello che donano serenità e benessere all’organismo. Possono essere prodotte in molti modi, ad esempio curando l’alimentazione, ridendo o praticando attività fisica.

Le endorfine (o morfine endogene) sono delle molecole simili alle proteine, delle sostanze chimiche prodotte dal cervello in grado di offrire delle sensazioni piacevoli e di assoluto benessere a tutto l’organismo. E per questo sono note anche come ormone della felicità.

Scoperte nel 1975 dal ricercatore scozzese John Hughes, esse svolgono un ruolo fondamentale nel mantenere adeguato l’equilibrio psico-fisico. Inoltre, hanno la capacità di farci sentire bene e gratificati, aiutano a regolare il sonno ed incidono su molte funzioni basilari dell’organismo.

Cosa sono le endorfine? 

Parliamo di sostanze morfinosimili, ovvero neurotrasmettitori prodotti a livello dell’ipofisi, del surrene e del sistema gastrointestinale, che hanno elevate proprietà analgesiche. Il rilascio delle endorfine nel sangue avviene in situazioni di gioia, benessere e felicità, ma anche a seguito di eventi particolarmente stressanti, durante il parto o in situazioni algogene.

Quando il loro livello nel sangue è buono ci si sente in forma e sereni, mentre quando scende diminuisce il benessere generale e ci si sente depressi o di malumore.

A cosa servono le endorfine? 

Foto: racorn - 123RF

Le morfine endogene hanno potere analgesico e aumentano la tolleranza al dolore, regolano il ciclo mestruale, stimolano la secrezione di alcuni ormoni (come la prolattina e il cortisolo) e incidono sull’appetito. Inoltre, le endorfine svolgono un ruolo importante nella regolazione del sonno e determinano gratificazione, appagamento e senso di benessere. E non è tutto: aiutano a sopportare meglio lo stress, sono coinvolte nella termoregolazione e aiutano a normalizzare la funzionalità del tratto gastrointestinale.

Perché sono chiamate "ormone del buonumore"? 

Il senso di benessere e di serenità scaturisce da dei processi biochimici legati ad alcuni neurotrasmettitori presenti nel cervello (come endorfine e serotonina). Questi ormoni del buonumore, infatti, incidono sugli sbalzi d’umore e sulla felicità, influenzando di fatto lo stato d’animo della persona. Giusti livelli di endorfine, quindi, accrescono la sensazione di piacere e le emozioni positive, aumentano la sensazione di ilarità e permettono di tenere sotto controllo eventuali malumori.

Come produrre endorfine in modo naturale 

Sono molti i fattori che incrementano la produzione di endorfine, come ad esempio l’assunzione di determinati alimenti. In tal senso, quindi, ben venga il consumo di cacao e cioccolato, peperoncino e cibi piccanti, noci, banane e verdure a foglia verde.

Via libera anche a massaggi, esposizione graduale ai raggi solari, cromoterapia, agopuntura, meditazione e attività fisica. Senza contare che anche nello sport e nella corsa c’è un rilascio spontaneo di endorfine che incide positivamente sull’umore. I modi per produrre felicità includono anche stare a contatto con persone positive, coccolare un animale domestico, abbracciare e baciare le persone care e ridere.

Foto apertura: puhhha - 123RF

Salute e benessere
SEGUICI