Olio di Neem: tutte le proprietà e i benefici per la salute

Guida Guida

L'olio di Neem è un prodotto vegetale dalle svariate proprietà. Scopriamo quali benefici apporta alla salute. 

L’olio di Neem è molto conosciuto fin dall’antichità per le innumerevoli proprietà benefiche che apporta all’organismo. In India, ad esempio, viene chiamato Arishta, albero capace di curare tutte le malattie, mentre nel mondo arabo Shajar-e-Mubarak, ovvero albero benedetto.

Cos'è l'olio di Neem

Questo olio vegetale si ottiene spremendo a freddo i semi dell’Azadirachta Indica, appartenente alla famiglia delle Meliacee. Nei semi, infatti, vi è una particolare concentrazione di sostanze dagli effetti medicamentosi.

Sebbene abbia un odore particolarmente sgradevole, esso viene abitualmente utilizzato per preparare composti erboristici e cosmetici ed è presente anche in dentifrici, saponi, creme per il viso e svariati altri prodotti per la pelle.

A cosa serve l'olio di Neem

L’olio di Neem è impiegato da millenni per le sue particolari proprietà antibiotiche, antivirali, antibatteriche, antinfiammatorie, antisettiche, antifungine e antiparassitarie.

Esso, infatti, contiene dei principi attivi in grado di contrastare virus, batteri e funghi, svolgendo al tempo stesso un’azione rigenerante e ristrutturante per i tessuti cutanei.

Proprio per questo risulta un vero toccasana in caso di pelle secca, rughe, psoriasi, forfora, smagliature e acne.

Come si usa l'olio di Neem

Molto potente e concentrato, quest’olio può essere aggiunto alle creme per il corpo o agli oli vegetali più delicati (come, ad esempio, a quello di mandorle o di jojoba).

L'olio di Neem, tuttavia, non deve essere ingerito. Essendo molto idratante è particolarmente indicato per le applicazioni esterne e cosmetiche. Per questo, inoltre, viene utilizzato anche per i massaggi e per fare dei trattamenti locali qualora ci sia una pelle particolarmente secca.

Olio di Neem: le controindicazioni

Questa sostanza naturale non presenta grosse controindicazioni. Tuttavia, utilizzato troppo frequentemente o in quantità eccessive può far comparire rossori, sfoghi ed eritemi sulla pelle.

Viene sconsigliato, però, in gravidanza perché alcuni suoi principi attivi hanno potere abortivo.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI