Radice di liquirizia: benefici e controindicazioni

Guida Guida

La radice di liquirizia, assunta in quantità controllate, ha molteplici benefici per la salute. Scopriamo quali sono le sue proprietà e le sue controindicazioni. 

La liquirizia è nota fin nell’antichità per le sue proprietà benefiche. Viene estratta da una pianta leguminosa il cui nome (glycyrrhiza) è di origine greca e significa letteralmente radice dolce.

Le radici di questo prodotto originario dell’area mediterranea e mediorientale vengono raccolte principalmente nel periodo autunnale e invernale e trovando ampio impiego nel settore alimentare.

I benefici della radice di liquirizia

La liquirizia fa bene perché è un antinfiammatorio e un antivirale naturale. Discreta fonte di vitamina B1, B2, B3 ed E, questa pianta contiene anche flavonoidi, fitonutrienti essenziali e minerali (quali, ad esempio, calcio, ferro, fosforo, magnesio, potassio).

Masticare una radice di liquirizia stimola l’attività epatica e contrasta l’insorgenza di disturbi all’apparato gastrointestinale. Inoltre, essa ha proprietà antinfiammatorie, rilassanti, aiuta a contrastare l’insonnia e lo stress ed è un vero toccasana in caso di mal di gola.

E non è tutto: anche gli estratti di questa pianta hanno effetti benefici sull’organismo perché aiutano anche a prevenire i disturbi gengivali e le carie dentali. Ecco perché in commercio si trovano molti prodotti per l’igiene orale, dentifrici e collutori in primis, che ne contengono.

Come si usa la radice di liquirizia

Gli usi della liquirizia sono molteplici: si può mangiare masticando direttamente la radice, ma anche lasciare quest’ultima in ammollo nell’acqua bollente volendo preparare decotti o infusi.

Foto:  Alexander Ruiz - 123rf.com

La liquirizia, inoltre, trova ampio impiego nell’industria alimentare nella preparazione di caramelle, dolciumi e liquori insaporiti con i suoi estratti.

LEGGI ANCHE: Come fare il liquore alla liquirizia

Radice di liquirizia: controindicazioni

Consumata in quantità eccessiva, questa pianta può avere effetti collaterali. Chi deve prestare particolare attenzione ad assumerla, dunque? Le donne che fanno usi di farmaci anticoncezionali e quelle in stato interessante, ma anche tutte le persone che soffrono di ipertensione, insufficienza epatica o renale.

La liquirizia, infatti, tende ad alzare spontaneamente la pressione arteriosa. Qualora si abbiano dei dubbi sui possibili effetti collaterali, quindi, è bene rivolgersi al proprio medico di fiducia per un parere professionale. 

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Salute e benessere
SEGUICI