Le proprietà dell'aronia, la bacca superfood ricca di ferro e vitamina C

Guida Guida

L’aronia è una pianta che produce delle bacche dalle innumerevoli proprietà benefiche. Ricca di ferro e vitamina C, viene coltivata anche in Italia.  

L’aronia è una pianta che produce delle bacche dalle innumerevoli proprietà benefiche. Ricca di ferro e vitamina C, viene coltivata anche in Italia.  
Ti potrebbero interessare

L’Aronia Melanocarpa (nota anche come Aronia Nera) è una pianta che appartiene alla famiglia delle Rosaceae. Originaria dell’America settentrionale e molto diffusa nell’Europa Orientale. Ha un sapore abbastanza aspro e molte proprietà benefiche. Per questo, in Russia e in Polonia viene considerata una pianta medicinale: i suoi frutti neri, infatti, vengono assunti come ricostituenti e tonificanti naturali.

Cosa sono le bacche di aronia?

Le bacche di aronia (che in inglese sono note come Black chokeberry) sono di fatto molto simili ai mirtilli e alle bacche di goji: piccole e scure, sono particolarmente pigmentate perché contengono un’elevata quantità di antociani.

Ricche di antiossidanti, sono molto apprezzate per prevenire e contrastare un precoce invecchiamento cellulare.

Inoltre, sono comunemente considerate una sorta di bacche superfood da assumere sotto forma di succo o polvere in periodi di particolare stress, superlavoro o quando si deve migliorare la propria resistenza psicofisica.

Tutte le virtù dell'aronia: le proprietà benefiche

Le proprietà benefiche di questa pianta sono molteplici: è ricca di ferro, vitamina C, di sali minerali e aiuta a rafforzare le ossa. Le sue bacche, inoltre, apportando fibre all’organismo, aiutano a ripulire il colon e a prevenire la formazione di dolorose emorroidi. E non è tutto: protegge i vasi sanguigni e contrasta l’insorgenza di patologie cardiovascolari. Il succo puro, inoltre, è particolarmente indicato per purificare il tratto urinario e l’intestino.

L'aronia fa dimagrire davvero? 

Questa pianta è indicata per dimagrire, ma soprattutto per ridurre il grasso localizzato sull’addome. Essendo ricca di polifenoli, inoltre, contrasta la pelle a buccia d’arancia e la formazione della cellulite. Tuttavia, per un risultato ottimale, l’utilizzo di fitoterapici deve essere associato ad un’alimentazione equilibrata e ad uno stile di vita sano.

Aronia e controindicazioni all'uso

Foto:Gabor Tinz-123.RF

Le bacche di Aronia non presentano particolari controindicazioni, tuttavia è buona norma non eccedere con le quantità, prestando particolare attenzione alla provenienza degli ingredienti. In tal senso, vanno predilette le coltivazioni biologiche, prive di pesticidi e di altre sostanze tossiche. È consigliato, inoltre, consultare il proprio medico di fiducia se si assumono dei farmaci anticoagulanti o se si si teme una possibile reazione allergica.

Dove comprare l'aronia in Italia?

Da qualche anno la coltivazione di aronia (principalmente prunifolia e berries) è presente anche nelle Regioni settentrionali del nostro Paese, tanto che è possibile comperarla direttamente in Italia (principalmente in Friuli Venezia Giulia) con un prezzo al Kg che oscilla indicativamente tra 25 e 40 euro. Per crescere rigogliosa, infatti, questa pianta necessita di un clima particolarmente freddo e asciutto. Per questo motivo, la coltivazione ottimale avviene nelle zone di montagna e di collina.

Come si mangia l'aronia

L’aronia può essere consumata in molti modi, ma spesso il suo sapore viene leggermente addolcito perché di per sé sarebbe amarognolo. In cucina, ad esempio, trova ampio impiego per la preparazione di marmellate, succhi di frutta e tisane. È ottima anche come prezioso ingrediente di frullati, macedonie o centrifughe.

Foto apertura: Grzegorz Skaradzi?ski-123.RF

Salute e benessere
SEGUICI